venerdì 9 maggio 2014

Erica Morgante

Erica Morgante(Tradate,20 Ottobre 1993)
Folgorati qualche settimana fa dall'ascolto della splendida voce di questa ragazza le abbiamo chiesto di presentarsi a noi....

Sicuri di incontrare il vostro gradimento vi invitiamo a leggere con attenzione le prossime righe.
"Ciao a tutti,mi presento:
sono una studentessa di 20 anni, ho origini siciliane ma ho sempre abitato a Saronno e frequento il secondo anno della facoltà di Farmacia presso l’Università degli Studi di Milano.
  Beh, elencare tutte le mie passioni non è semplice! In generale amo tutto ciò che è bello, tutto ciò che può essere considerato un piacere della vita insomma… prima di tutto ovviamente la musica!!
 Adoro anche la danza (nella quale mi sono cimentata per diversi anni), la lettura, i viaggi, il cinema e la cucina… ma tra i mille impegni universitari e non,  trovare il tempo per coltivarle tutte è davvero difficile!"
Quando e come nasce in te la voglia di cantare??
"In realtà mi è sempre piaciuto cantare, fin da quando ero piccola.
 Ma il momento in cui ho iniziato a pensare di cantare un po’ più seriamente e di prendere lezioni è stato sicuramente quando, a circa 11 anni, ho iniziato ad ascoltare rock e metal.
 Ricordo benissimo il giorno della mia “conversione” a questo genere…
 Era il giorno di S. Stefano e mio fratello aveva regalato ad un sua amico per Natale il dvd del Live in Tokyo dei Dream Theater. Così abbiamo iniziato a guardarlo e… sbam! Mi ha letteralmente ipnotizzata, l’avrò visto 4 volte in due giorni...e da quel momento ho iniziato ad ascoltare questo genere musicale, spaziando agli Edguy, Guns N’ Roses, Evanescence, Avenged Sevenfold, Alterbridge, Skid Row, Iron Maiden e tanti altri, ma soprattutto ho iniziato a sognare di avere una band!"
Raccontaci tutto ma proprio tutto quello che hai fatto in ambito musicale....
"La mia “carriera” musicale è cominciata quando, all’età di circa 8 anni, ho iniziato a prendere lezioni di musica e a suonare il clarinetto nel Corpo Musicale Cittadino di Saronno, del quale già mio padre e mio fratello facevano parte.
 Successivamente, il primo anno di liceo ho iniziato a frequentare una Pre-accademia di Musical triennale nella quale oltre a studiare diversi tipi di danza (modern jazz, classica e hip hop) e recitazione, seguivamo delle lezioni di canto di gruppo. L’esperienza della Pre- accademia  è stata molto importante per me, perché oltre ad avermi regalato stupende esperienze ed emozioni, mi ha aiutata a scegliere quale “strada” percorrere a livello artistico, cioè quella del canto.
Così una volta terminata questa esperienza ho iniziato a studiare canto individualmente presso l’Atelier Del Canto, che tutt’ora frequento.
  Questo percorso mi ha aiutata a fare enormi progressi, insieme all’esperienza con la mia prima ed attuale band che finalmente era arrivata…gli Apeiron Legacy!
 Parallelamente agli AL ho portato avanti diversi progetti tra cui l’ensamble vocale femminile dell’Atelier, le May Flowers, di cui ho fatto parte nei loro primi due anni di attività, i Rock Waves, una cover band di pezzi rock dagli anni ’80 ad oggi, ed  i Drawing Melodies, un duo acustico chitarra e voce che propone pezzi rock e pop riarrangiati e alcuni inediti. Un’esperienza molto affascinante ed utile che ho vissuto l’estate scorsa è stata la registrazione dei cori di due pezzi, “Virus” e “Rising Up”, di “Virus” l’ultimo LP di Henry Gaye, artista che stimo molto e con cui spero di collaborare ancora."
Sei un'allieva della mitica Irene Di Vilio,raccontami la tua esperienza all'Atelier del Canto....
"Ho iniziato a studiare con Irene all’ultimo anno di Pre-accademia, e finita questa esperienza ho cominciato il mio percorso individuale in Atelier. Questo è il mio quarto anno in questa scuola di canto, che in questi anni mi ha dato davvero tantissimo. Oltre alle varie occasioni di esibizione ed ai laboratori a cui ho partecipato (May Flowers e Concept), ho apprezzato moltissimo il lavoro fatto in questi anni per migliorare non solo l’aspetto tecnico, ma anche quello espressivo ed interpretativo del canto. In Atelier s’impara non solo a cantare, ma anche a fare ed essere arte! È un percorso molto lungo e difficile (solo Irene sa le difficoltà che incontro ogni giorno!) ma che vale la pena affrontare, perché sicuramente dà qualcosa in più che aiuta ad amare ancora di più la musica e a capirla."
Apeiron Legacy,quando vi siete formati,chi sono i membri della band e a quali concorsi avete preso parte e con quali risultati?
"Gli AL si sono formati ufficialmente il 15 Aprile 2010 con il mio ingresso nella band, e sono composti da Alfredo Barba (guitar), Francesco Pagani (guitar), Andrea Sarti (bass guitar), Diego Amboldi (drums) e, ovviamente, me alla voce.
 Fin dalle prime prove  insieme  abbiamo trovato la giusta sintonia e abbiamo iniziato a comporre i nostri  brani inediti e ,finalmente,  siamo pronti per l’uscita di “Brainstorm” , il nostro primo album autoprodotto, sui digital store, che speriamo possa avvenire a breve.
 I pezzi contenuti all’interno di “Brainstorm”, di cui potete ascoltare un’anteprima sulla nostra pagina di Reverbanation, sono quelli che abbiamo composto più o meno da quando ci siamo formati fino ad oggi, ma abbiamo già scritto nuovi inediti che sarà possibile ascoltare nei prossimi concerti.
 Inutile dire che comporre è la cosa che ci stimola e ci appassiona di più, soprattutto perché abbiamo raggiunto un affiatamento tale in sede di composizione, che appena troviamo il riff giusto, la canzone si scrive praticamente da sola!Da qui il nome dell'album:Brainstorm!
  Per quanto mi riguarda, io compongo la melodia della voce mentre la struttura e la parte strumentale stanno prendendo forma, ed in seguito scrivo i testi, rigorosamente in inglese.Scrivere è diventato un aspetto molto importante per me,sia dal punto di vista artistico che da quello umano...per me è come andare dallo psicologo.....
In ogni canzone metto un pezzettino di me stessa,delle mie riflessioni e delle mie emozioni più estreme sia positive che negative.Siamo molto orgogliosi delle nostre canzoni, e nonostante le mille difficoltà che incontriamo nel nostro cammino musicale, la soddisfazione che riceviamo ogni volta che qualcuno le apprezza, ci spinge ad andare avanti e ad impegnarci sempre di più."
  
"Per quanto riguarda il genere, tendiamo a non etichettarci, anche perché sarebbe difficile.
 Diciamo che apparteniamo alla grande famiglia del rock, ma ognuno di noi ha influenze musicali molto diverse e allo stesso tempo simili, che vanno dall’hard rock, al progressive metal, al pop, al punk rock, all’heavy metal e al metalcore… e che si sono “mixate” in quello che è diventato il nostro sound, che si basa principalmente sulla filosofia che le nostre canzoni devono essere comprensibili per tutti, non mancando però di particolari sfumature che danno originalità ed unicità ai nostri pezzi.
 Vorremmo insomma che fossero canzoni che rimangono in testa, che inizi a canticchiare dopo il concerto e finisci il giorno dopo!
 Per quanto riguarda la nostra attività live, è cominciata circa un anno dopo la nascita della band, con diversi concorsi locali. Ci siamo classificati praticamente sempre tra i primi tre posti, vincendo il primo premio al concorso Live in Concert 2011 delle Officine Musicali di Uboldo ed il primo concorso web di Ability Rock nel 2012.
 Un altro contest a cui abbiamo partecipato nel 2013 è stato Emergenza Festival, nel quale siamo arrivati alle semifinali. Ultimamente ci esibiamo principalmente in locali della zona di Milano e dintorni, o in feste di paese o private."
Durante i vostri live show eseguite delle cover??Se si quali???
"Come ho già detto, abbiamo iniziato da subito a comporre pezzi nostri, ma vista l’esigenza e la voglia di esibirci subito su un palco, e la necessità di avere un repertorio di due ore, abbiamo sviluppato una scaletta che comprende anche diverse cover.
 Proprio perché ci consideriamo molto più una band che fa inediti che non una cover band, abbiamo scelto le cover senza limitarci ad un determinato genere, ma piuttosto in base a quello che ci piace e ci diverte di più! Eseguiamo pezzi degli Skid Row, dei Guns, degli Halestorm, degli Skunk Anansie, degli Iron Maiden, dei Garbage…  un po’ di tutto insomma!
 Una cosa che ci piace fare particolarmente e che stiamo sviluppando, è riarrangiare alcuni canzoni della disco dance anni ’80 alla nostra maniera, rendendoli più rock e più vicini al nostro gusto musicale."
Progetti per il futuro??Sia in ambito studentesco che artistico.....
"Beh, in ambito studentesco, spero di laurearmi entro gli anni previsti dal mio piano di studi.. ma essendo al secondo anno, il cammino è ancora lungo! Per adesso è andato tutto liscio, speriamo continui così.
  In ambito musicale, sicuramente continuare a studiare, migliorare e fare nuove esperienze! Spero di riuscire a portare avanti tutti i miei progetti musicali e di renderli sempre più importanti.
Per quanto riguarda gli Apeiron Legacy, vorremo riuscire a dedicare sempre più tempo alla composizione di brani inediti e a portare la nostra musica fuori dai confini dell’Italia, dove il nostro genere è sicuramente più apprezzato… Fingers crossed!!"
Cosa sogna Erica Morgante???
"Il mio sogno, inutile dirlo, sarebbe quello di passare la vita sul palco e di fare della passione per la musica un lavoro! Chi lo sa, magari un giorno succederà, oppure diventerò semplicemente una farmacista che al sabato sera potete trovare a cantare nei locali.
 In ogni caso continuerò ad impegnarmi, a cantare e ad amare la musica, che sarà sempre una componente essenziale della mia vita."
Qui di seguito vi elenchiamo dove trovare i progetti artistici di Erica sul web:
apeiron legacy su facebook
apeiron legacy su reverbnation
(a quest'ultimo link è possibile ascoltare i loro brani)
drawing melodies
(tutto sul duo acustico di Erica)
Con quest'ultima immagine vi salutiamo!
Erica ci ha detto tantissimo di lei e della sua Arte,siamo sicuri che da oggi anche voi lettori inizierete a seguire le gesta di questa nostra splendida amica!!!!!
Noi saremo qui pronti ad aggiornarvi ma anche a rispondere a tutte le vostre curiosità!

Info Web-Raccontiamo Talenti vi ha presentato Erica Morgante!!!
A lei va un grande grande ringraziamento e un affettuoso saluto!!!!
Saluto che giriamo volentieri anche ai compagni di avventura di questa nostra super Amica.





Nessun commento: