mercoledì 12 luglio 2017

Venera Kadriu part II

Venera Kadriu
(part II)
Seconda intervista con la ragazza più cliccata di questo blog.
Seconda intervista perchè nel giro di pochi mesi la brava Venera si sta facendo strada nel mondo della pallavolo femminile.
Ho volutamente aperto la pagina con una foto della giornata di ieri nella quale la mia cara amica è stata premiata come migliore banda dei Balcani.
Vi sembrerà magari una cosa da poco ma non lo è se considerate le tante potenze del volley provenienti da questo luogo d'Europa.
Ho fatto qualche domanda a Venera ma più che altro le ho lasciato tanta libertà nel poter rispondere e affrontare diversi argomenti.
A voi non resta che leggerci.

Seguendoti assiduamente ti sto vedendo crescere giorno dopo giorno sia come atleta che come ragazza,è cambiata molto la tua vita in questo periodo?
"Sicuramente ho accumulato diverse esperienze,ho avuto modo di giocare contro alcune tra le migliori giocatrici del mondo e ancora sai,vedo tutto come un sogno.
Mi sono impegnata tanto e credo che quest'anno sia stato davvero grandioso per me sia dal punto di vista del volley che anche da quello personale."

Per tutti quelli che non lo sanno,tu sei una giovanissima ragazza del Kosovo.
Non so perchè e non voglio entrare in discorsi che non mi appartengono,però credo che voi abbiate un forte seguito perchè rappresentate anche una sorta di riscatto a livello sociale.
Detto questo vi comunico che Venera ha messo la sua firma con un eccezionale numero di punti sulla prima vittoria in assoluto della sua nazionale nell'intera storia del suo paese.
Anche per questo è amata da tutti.
Com'è il tuo rapporto con la stampa?
"Sono sempre tutti molto interessati e mi cercano tanti giornalisti per chiedermi delle partite che gioco al di fuori della mia nazione.
In generale posso dire che la pallavolo è molto ben considerata,anche se ovviamente si potrebbe ottenere ancora di più."

Più di così???
Guardate che spettacolo di manifesto che hanno fatto a Venera!!!!
A causa tua e per imparare ad apprezzarti ancora di più ho visto quasi tutte le tue partite dello scorso campionato.
Per questo mi viene spontaneo chiederti cosa rappresenta per te il club dove giochi...
"Drita è la mia seconda casa!
E' qui che ho mosso i primi passi nella pallavolo ed è con tutti loro che ho uno splendido rapporto.
Dai dirigenti sino ai giocatori fino ad arrivare ai nostri tanti sostenitori che sono sempre molto calorosi.
Adesso siamo campioni nazionali e ti dico che non credo che in Kosovo esista un'altra squadra come quella in cui gioco."
Se posso aggiungere un cenno storico vi comunico che il KV Drita esiste sin dal 1951...
Fatevi 2 conti.

Che tipo di giocatrice sei?
"Conosco le mie qualità,mi considero un'atleta promettente.
Mi piace attaccare,mi piace molto.
Ma me la cavo bene anche nel difendere.
Credo che sia importante oltre che l'ovvia preparazione fisica anche un buon approccio mentale alle partite."
Tu lo ritieni importante,io lo considero fondamentale.
Infatti tu mi piaci molto anche per il carattere che hai,sia in campo che nella vita di ogni giorno.


Prossima stagione?
"Prossima stagione ancora al Drita,per difendere il titolo e per perfezionarmi ulteriormente."
Scelta a parere mio indovinata,anche se devo dire che ultimamente molti dirigenti sportivi mi fanno domande su Venera.
Tra un anno scateno l'asta...
(Scherzo ma mica troppo.)
Mi hai detto della squadra ma non i tuoi obiettivi.
"Devo lavorare sodo,impegnarmi giorno dopo giorno per ripetere quanto conquistato e per raggiungere nuovi traguardi sportivi."

Hai una splendida famiglia,ogni tanto sui social incrocio tua sorella Blorenta.
E' simpaticissima e ti adora...
Mi racconti un pò di loro??
"Si!
Loro sono i migliori e i miei più grandi sostenitori.
Hai nominato mia sorella,lei non perde una mia partita,è sempre interessata a me e vuole il meglio per la mia carriera.
Lo stesso posso dire di mio padre che è anche un vero esperto di pallavolo e un grande aiuto per me."

"Poi c'è mia mamma che sento vicina e che sa usare le parole giuste qualunque sia il risultato e il mio umore.
Infine non posso dimenticarmi di mio fratello che anche se non ama molto il volley non fa mai mancare il suo appoggio.
In una frase solo posso dire di amarli e che sono tutto per me."
Loro,la tua famiglia.
La squadra la seconda casa come mi hai detto prima.

Va che belle che siete!!!!
Un caro saluto ad ognuna di loro!
Venera io sono sportivamente innamorato di te e tu lo sai visto che ci scriviamo praticamente ogni giorno.
A questo punto dell'intervista voglio chiederti di dirmi come vedi il tuo domani,se hai progetti da portare avanti...
"Dico sempre che il mio sogno è quello di diventare una pallavolista professionista.
Quanto fatto sinora è un buon esercizio.
Per chi vede da fuori può sembrare che il nostro sport sia facile,ma ci sono sempre difficoltà da affrontare e sacrifici con cui rapportarsi.
E' anche bello però il fatto che essendo sport di squadra si deve lavorare assieme per raggiungere uno scopo.
Tante volte oltre al risultato sportivo mi piace il poter dire che nascono nuove e forti amicizie."

"Amo tutto quello che è pallavolo e sono contenta di poterla giocare ogni volta che voglio."
Come si fa a non volerti bene cara amica mia??
Sei una persona eccezionale e lo sanno sicuramente anche i tuoi tantissimi tifosi che ho voluto omaggiare con questa foto.

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Venera Kadriu parte seconda.
Per chi volesse andare a curiosare,qui c'è la sua prima intervista.
Molto cliccata e sempre apprezzata!
Ringrazio di cuore Venera per la collaborazione e per essere sempre disponibile e gentile con me.
A lei,a Blorenta e al suo splendido bimbo e a tutta la tua stupenda famiglia mando un caloroso amichevole abbraccio.
Ragazze,ragazzi...
Amici lettori Venera è la numero 1 qui,ben presto lo diventerà nel mondo del volley ne sono certo.


Nessun commento: