lunedì 22 gennaio 2018

Nikola Stumpelovà

Nikola Stumpelovà
(21 Aprile 1994)
Innamorato come sono della Slovacchia,non potevo evitare di portare qui da me un'altra super atleta proveniente da questa meravigliosa nazione.
L'ospite di oggi si chiama Nikola,Nikus per gli amici,ed è una bravissima giocatrice di pallavolo,il nostro sport preferito.
La seguo da tempo ed ora è arrivato il giusto momento per la pubblicazione della sua intervista.
Chiudo il mese di Gennaio con questa strepitosa fanciulla.
Ciao Nikola,facciamo che io fingo di non sapere niente di te??
Da dove partiamo?
Da dove vuoi iniziare a raccontarmi di te?
"Dalla mia infanzia!
Entrambi i miei genitori sono stati giocatori di pallavolo,mia madre ha giocato in molti paesi stranieri ed era davvero molto brava.
Per questo motivo io ho respirato l'aria di questo mondo sin da quando ero bambina."
Quali clubs hanno avuto sinora la fortuna di averti nel loro roster??
"Ora come puoi vedere anche dalla foto sono nel Volley Project UKF Nitra,ma prima di questa squadra ho avuto una precedente esperienza.
Ora ti racconto meglio."
"Quando ancora andavo al ginnasio facevo parte del Cop Nitra che è anche il centro di preparazione olimpico.
Oltre a questo il Cop Nitra ha la funzione di aiutare a crescere le giovani campionesse del mondo del volley.
Negli anni successivi ho cominciato a studiare all'università di economia e come dicevo prima mi sono trasferita nel Volley Project UKF Nitra."
Vedo che comunque non ti sei mai spostata dalla tua città.
"Si,nei miei progetti ho il terminare gli studi quest'anno.
Poi si vedrà."

In che ruolo giochi e quali sono le tue qualità come atleta?
"Sono una centrale e siccome sono molto alta credo che la mia eccellenza sia nel gioco sotto rete."
Seguendoti ho notato che il livello del campionato femminile in Slovacchia è notevolmente migliorato,ci sono stati anche innesti di giocatrici straniere come Thaka(che ho intervistato),Sevarika e Sokolova,si proprio lei eh....
A questo proposito ti chiedo di dirmi quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione.

"Certamente voglio arrivare nei primissimi posti nel campionato slovacco e fare lo stesso anche nella coppa nazionale.
Quest'anno abbiamo un nuovo allenatore proveniente dalla Finlandia e alcune nuove atlete.
Per cui credo che siamo molto vicine nel raggiungere tutto questo.
Speriamo proprio di riuscirci."





Nikus se vinci poi vieni qua a raccontarmelo.
Mi piacerebbe proprio portarti fortuna!
Piccolo grande aneddoto:ieri ho intervistato Barbora  Kosekova che è stata compagna di nazionale di Nikola avendo entrambe come allenatrice la mia mitica amica Eva che di Barbora è la madre.
Ma mica finisce qui...
La cosa più incredibile è che la mamma di Barbora ha giocato assieme alla mamma di Nikus e hanno anche vissuto in collegio insieme.
Generazioni di volley tra le mie amicizie!
Esaurita la parte sportiva ti chiedo se vuoi dirmi qualcosa d'altro di te.
Credo che i lettori siano molto interessati,sei davvero bellissima!
"Parto dalla mia famiglia.
Loro sono assolutamente i migliori e mi sostengono sempre in ogni cosa che faccio.
Ho una sorella minore che gioca anche lei a pallavolo e adesso è nel Cop Nitra."

Monikaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!
Nikola so bene di tua sorella eh,anche lei è super simpatica e gentile come te!
"Sai come è stato fantastico per noi due giocare nelle partite di campionato ognuna contro l'altra?
Ci siamo proprio divertite!"
Immagino sia stata un'esperienza notevole.
Consentimi di mandare un abbraccio alla tua sorellina!
"Poi cosa dirti,mi piace viaggiare,rilassarmi con un buon libro e praticare altri sports."

"Università,pallavolo e amore.
Sono fidanzata da 7 anni e anche lui è stato un giocatore di pallavolo.
Ora ha smesso ma continua ogni giorno a incitare me."
Che belli che siete,complimenti ragazzi!!!
Ora per chiudere il tutto ovviamente ti domando del tuo futuro,hai qualche sogno da realizzare?
"Siccome il volley fa parte di me sin dall'infanzia mi piacerebbe continuare a praticare a buon livello questo sport e vorrei anche mettermi alla prova in un campionato straniero.
Quando sarà giunto il momento di terminare la mia carriera vorrei avere una bella famiglia anche se credo che questo momento non sia ancora vicino."
In un certo senso io credo tu ce l'abbia già la tua famiglia:ho guardato un pò di tue foto sui social e traspare tantissimo l'amore che ti lega al tuo fidanzato.

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato Nikola Stumpelovà.
Nikus!!!!!!
Grazie di cuore per la simpatia,per l'umanità e per la tua cortese disponibilità.
Sei proprio una bella persona e sono certo che continuerai ad avere successo sia nello sport che anche nella vita di ogni giorno.
Ti aspetto qui tra qualche mese,secondo me avrai novità importanti da trasmetterci.

domenica 21 gennaio 2018

Barbora Kosekova

Barbora Kosekova
(22 Novembre 1994)
Il top del top del top!
Io e Barbora siamo amici da molti anni,posso tranquillamente scrivere che l'ho vista crescere come atleta partita dopo partita.
E' quindi per me un'immensa gioia portarla qui nel blog e presentarla ad ognuno di voi.
Sono contentissimo di tutto questo e anche un pochino emozionato.
Barbora si è aperta a me raccontandomi tantissimo della sua vita,provo a riassumere nel miglior modo possibile nelle prossime righe.

Pronti via e prime curiosità legate ai tuoi primi anni nel mondo del volley,quando hai iniziato a giocare a pallavolo?
"Ho cominciato all'età di 10 anni.
Mi ero trasferita a vivere in Germania assieme a mia madre e a mio fratello in quanto mia mamma stava allenando una squadra in questa nazione.
Devi sapere che tutti nella mia famiglia hanno a che fare con la pallavolo,mamma,padre,fratello,zie e zii e quindi è stato naturale che sbocciasse la mia passione per questo sport."

In quali squadre hai giocato nel corso della tua importante carriera?
"Come detto sono stata per i miei primi anni in Germania in una squadra giovanile che si chiama Grimma.
Dopo 2 stagioni,assieme alla mia famiglia siamo tornati a Bratislava e sono entrata a far parte del SSK Bilikova che è la squadra giovanile più forte di Slovacchia."
Ti fermo un secondo solo per ricordare ai miei lettori che all'interno del sito si possono leggere svariate interviste ai giovani talenti del Bilikova.
Prosegui pure.
"All'età di 15 anni ho firmato il mio primo contratto con il VK Doprastav Bilikova dove nella prima stagione ho avuto mia mamma come allenatrice.
Qui sono rimasta 3 anni prima di entrare nel roster delle rivali del Doprastav ovvero lo Slavia EU Bratislava.
Dopo 2 stagione nel principale team della mia nazione mi sono spostata in Repubblica Ceca nel VK KP Brno e infine adesso sto giocando in palleggio nel Linamar Bekescsabai RSE in Ungheria."
Quali sono le tue principali qualità come atleta?
"Prima di tutto devo dirti che io ho la pallavolo nel sangue.
Mia madre è stata una giocatrice di successo quindi ho cercato di apprendere tutto il suo talento.
Sin dalle prime esperienze i miei allenatori mi hanno sempre voluta con loro e quindi ho potuto accrescere la mia conoscenza del mondo volley.
Probabilmente dovresti chiedere a loro come sono tecnicamente, io ti posso dire che sono sempre molto concentrata a livello mentale e che se mi pongo degli obiettivi faccio di tutto per raggiungerli."
Non ho scritto niente sinora,lo faccio adesso:ciao Eva!!!!!!!
Grandissimo saluto e abbraccione per te mitica allenatrice e mamma della mia ospite di oggi.

Capitolo nazionale:io che ti seguo da sempre credo tu sia tra le migliori palleggiatrici in circolazione.
Mi racconti quali emozioni e sensazioni comporta indossare questa maglia?
"Tutto molto molto bello sinora.
Come tu sicuramente sai sono stata nella selezione juniores dove ero allenata da mia mamma e con loro ho preso parte ai campionati europei di categoria e anche ai campionati del mondo.
Abbiamo ottenuto risultati importantissimi per il nostro movimento pallavolistico come ad esempio il sesto posto agli europei.
Non riesco a descrivere bene cosa provo,quali emozioni mi travolgono,sono solamente molto grata a tutte le persone che mi hanno aiutata a crescere.
Adesso sono al terzo anno come palleggiatrice della nazionale senior,abbiamo da disputare l'European League la prossima estate ma soprattuto aspetto i campionati europei del prossimo anno.
Si giocheranno qui da noi in Slovacchia e per me sarà una notevole opportunità per mettermi in mostra."
Anche io che sono spesso a Bratislava mi sa che verrò a vederti.

Colgo l'occasione dell'averti qui con me per domandarti quali sono le differenze tra campionato slovacco,ceco e ungherese.
"Da quello che ho potuto sperimentare posso dirti che sono positivamente sorpresa dal livello della pallavolo in Ungheria.
Le squadre stanno cercando di ottenere allenatori e giocatrici dall'estero e non avendo paura nell'investire nello sport credo che anno dopo anno tutto stia crescendo e migliorando."
Tu hai Alberto Salomoni come coach adesso.
Ottimo tecnico esperto per una buonissima alzatrice come sei tu.
"Si,nel club dove sono io tutto funziona alla perfezione e adesso il BRSE sta anche costruendo una grande accademia per il volley in Ungheria.
Nella Repubblica Ceca lo stato cerca di sostenere i clubs in modo che possano arrivare buoni risultati.
Alcuni team sono di alto livello mentre altri sono semiprofessionistici ma nel complesso devo dire che per me è stata una buona prima esperienza fuori dalla Slovacchia.
Appunto parlandoti della mia nazione devo dire che abbiamo molte giocatrici più che buone ma che per emergere vanno a giocare all'estero."
Grazie per la risposta.
Barbora secondo me anche il campionato slovacco sta crescendo a livello tecnico,io che lo seguo in quasi tutte le partite devo dire che di atlete brave ne vedo sempre un buon numero.
Prossimamente ne porterò qui qualcuna.

Qual è il tuo obiettivo per questa stagione?
"Sicuramente avere maggiore esperienza a livello internazionale.
Abbiamo giocato la Champions League e sto prendendo parte alla MEVZA,alla Cev Cup e naturalmente al campionato ungherese.
Quindi ho moltissime partite da giocare e per un'alzatrice come me tutto ciò serve a trovare maggiori certezze dei propri mezzi.
Per essere realista ti dico che voglio vincere il campionato,la coppa nazionale,la Mevza e anche andare il più lontano possibile in Cev Cup."

Sei stupenda amica mia.sei proprio una ragazza d'oro!
Cioè voglio dire,hai le mani d'oro ma mica solo quelle.
Mi racconti qualcosa di te oltre al mondo dello sport?
"Certamente!
Ho 23 anni e dopo aver vissuto in Germania,al mio ritorno a Bratislava ho frequentato la scuola bilingue.
Dopo il diploma ho iniziato a studiare all'Università di Economia sempre a Bratislava con l'indirizzo di relazioni internazionali.
Penso che oltre al volley mi piacerebbe nella mia vita lavorare nel campo della diplomazia."
Hobbies??
"Mi piace molto viaggiare,una delle cose che più amo.
Oltre a questo amo cucinare,cibo italiano e giapponese soprattutto.
Sono una persona molto socievole e quindi amo passare il mio tempo libero assieme agli amici."

Come vedi il tuo futuro?
Hai dei sogni da realizzare?
"Queste sono probabilmente le domande più difficili.
Il mio sogno è quello di giocare nei campionati più importanti del mondo,ecco questo al momento è l'obiettivo numero uno per me.
Quando finirò la carriera mi piacerebbe sposarmi,avere una famiglia con dei figli e continuare con loro a viaggiare in giro per il mondo."
Una famiglia di pallavolisti immagino...
Concludo l'intervista con questa bella foto con la tua famiglia.
"Posso aggiungere che tutto quello che ho raggiunto sinora lo devo a loro?
Mia mamma è stata una bravissima schiacciatrice/ricevitrice e ha giocato molto in giro per il mondo.
Anche nel campionato italiano di A2.
Allenandomi sin dalle selezioni giovanili lei mi ha cresciuta molto ma ha anche sempre voluto il meglio da me.
Non sempre è stato facile però è anche vero che lei è la mia prima fan e la mia più grande sostenitrice."
Da amante dello sport e della vita io ti dico che adoro sia te che anche mamma Eva.

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Barbora Kosekova!!!
Barboraaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!
Super super abbraccio per te,è stato bellissimo!!!!
Va che adesso ti tocca vincere tutto eh,così magari poi potrò intervistarti di nuovo.
Ti voglio bene:sei il perfettissimo esempio di come deve essere per me un'atleta,una campionessa.



domenica 14 gennaio 2018

Ana Zigon

Ana Zigon
(7 Ottobre 2002)
Seguo questa carinissima ragazza da un pò di mesi,settimana scorsa alle qualificazioni agli Europei under 17 ho avuto la conferma della sua infinita bravura e con il permesso di papà Aleksander (che saluto) ho sottoposto Ana a qualche mia curiosità.
Sicuramente tra le mia atlete preferite,sono certo che da ora in poi conquisterà anche voi.

Ciao campionessa del futuro,è mia abitudine come prima domanda chiedere come siete entrate nel mondo della pallavolo,lo faccio anche con te.
"Ciao Luca,devi sapere che mio padre è stato un giocatore e anche un allenatore.
Quindi io sono stata introdotta nel volley praticamente da subito e sin da quando avevo 7 anni gioco in una squadra."
Tu non hai avuto bisogno di essere indirizzata verso lo sport ci sei nata dentro.

Quali sono le squadre che hanno avuto la fortuna di averti come palleggiatrice?
"Il mio esordio è stato con Zok Sostanj,poi mi sono trasferita al Ok SwatyComet Zrece,il team dove sono tuttora."
Che tipo di giocatrice sei?
"Sono una ragazza che si impegna sempre tantissimo e che si allena sempre intensamente.
Devo dire che ho la fortuna di avere attorno a me un team di allenatori e di preparatori veramente ottimo.
Con loro al mio fianco sto crescendo giorno dopo giorno."
Di chi lavora assieme a te ne parleremo tra qualche minuto,ho una persona da salutare.

Definiscimi la parola "pallavolo".
"Pallavolo per me non è solo una partita da giocare,è più un modo di vivere,una ragione di vita!!!
Quando sono in campo stacco la mente da ogni altra cosa e penso solamente a me e alla palla che ho vicina.
Quelle che riesco a provare sono bellissime sensazioni."

Ecco,qui in questa immagine c'è Rosana Krajnc,una persona fantastica e che tanto merito ha nei vostri miglioramenti quotidiani.
Lei è sempre gentile con me e le mando un grande abbraccio.
A questo proposito mi viene da chiederti di raccontarmi la tua esperienza con la nazionale slovena u17.

"E' stata la mia prima volta con la nazionale del mio paese e sono molto orgogliosa di tutto quello che è successo.
Ho lavorato duramente per farmi trovare pronta e sono contenta dei risultati ottenuti assieme alle mie compagne di squadra e agli allenatori.
Assieme abbiamo ottenuto la scorsa settimana la qualificazione alla fase finale dei Campionati Europei."
Me lo ricordo bene,ti ho vista in tutte le partite disputate e devo dire che hai una classe superiore alle tue coetanee.
Sicuramente tu giocherai ad altissimi livelli nei prossimi anni.
Rimanendo ai giorni nostri,qual è il tuo obiettivo per questa stagione?
"Fare bene con il club e ovviamente partecipare da protagonista agli Europei."

A me piaci tantissimo sia come giocatrice che come persona,faccio i complimenti ai tuoi genitori per come ti hanno educata.
Mi racconti qualcosa di te fuori dal mondo pallavolo?
"Sono una normalissima ragazza alla quale piace uscire con i propri amici.
Mi piacciono i films e adoro i dolci come ad esempio la cioccolata.
Riguardo al mio futuro posso dire che mi è capitato di visitare il Medical Center di Celje e da allora nella mia mente c'è la professione di fisioterapista."
Idee chiarissime sul tuo lavoro,brava.
Se ti chiedo invece cosa vorresti fare nel volley cosa mi rispondi?
"Ti rispondo che sicuramente voglio arrivare a giocare nel principale campionato di Slovenia.
Dopo questo mi piacerebbe mettermi alla prova in qualche altra nazione.
Oltre a questo vorrei rimanere per sempre in questo mondo e in futuro essere un punto di riferimento per chi si avvicina al nostro sport."
Non sono del tutto sicuro di avere intervistato una ragazzina,sei davvero molto molto matura!
Bravissima!

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato la giovanissima ma fortissima Ana Zigon.
Appuntatevi il suo nome,se mi chiedete una palleggiatrice talentuosa da far crescere state sicuri che io vi porto lei.
Sono contento di averti qui con me e spero in futuro di essere ancora il narratore di tutti i tuoi successi sportivi ma anche della vita di ogni giorno.

Kim Roukema

Kim Roukema
(6 Settembre 1991)
Mi piace molto l'idea che ho avuto nel portare qui e nel presentarvi la bella Kim.
Giocatrice e allenatrice dal profilo interessantissimo,è oltremodo anche di una simpatia contagiosa.
Qui di seguito racconterà a tutti voi la sua carriera di atleta e anche e soprattutto come sta aiutando a crescere i migliori talenti della pallavolo olandese.
Buona lettura!

Quando hai iniziato ad amare e a praticare il nostro sport preferito?
"Mia sorella ha cominciato con la pallavolo sin dall'età di 6 anni,guardando lei ho iniziato a pensare di diventare giocatrice anche io.
Così quando è stato il momento giusto per me mi sono lanciata in questo mondo."
Qual è la tua posizione e quali sono le tue migliori qualità?
"Sono un opposto ma siccome non sono altissima compenso questo con la capacità di analizzare e leggere bene il gioco e riuscire così ad anticipare le avversarie.
In pratica la mia eccellenza è la tattica."
Ho visto molte tue belle foto in rete,in quali squadre hai giocato e in quale club sei ora?

"Hoogezand è il  primo posto dove sono stata.
Si tratta di un luogo vicino a Groningen e Krathos è il nome del club dove ho passato la mia infanzia.
All'età di 15 anni ho avuto le mie prime esperienze come allenatrice."
E' questa la cosa che maggiormente mi ha incuriosito ed attratto,ti va di raccontarmela bene?
"Sono alla mia seconda stagione da giocatrice e allenatrice a Lycurgus qui a Groningen.
Ma non ho fatto solo questo."
Infatti stavo per chiederti del RTC Groningen,la principale scuola di talenti della zona da dove tu arrivi.
"Si esatto!
A 16 anni ho completato lo studio Sports and Movement e da allora ho cominciato a seguire come tirocinante ragazzi e ragazze attorno ai 15 anni."
Quindi quasi coetanei...
"Ho anche studiato per diventare insegnante di educazione fisica e mi è stato affidato il compito di allenare la Under 16 femminile del RTC Groningen.
Ti sto parlando di un paio di anni fa,in questo periodo mi è stato dato anche il mandato per diventare il coach anche della Under 12 femminile e della Under 13 maschile."
Riesci a gestire il tuo tempo?
Immagino tu sia impegnatissima...
"Lunedì,martedì e giovedì alleno a Lycurgus 3 squadre diverse,il sabato ho altri 2 team da seguire.
Mercoledì e domenica alleno la u12 e i maschi u13 a Groningen.
Da questo puoi capire che il mio unico giorno libero rimane il venerdì ma a volte mi capita che giochiamo delle partite amichevoli e anche questo giorno lo passo impegnata con la pallavolo."
Ah ecco...
"Non ho finito,non ti ho detto che mi chiedono anche di andare a portare la mia esperienza nelle scuole del nord dell'Olanda,tanti mi chiedono di imparare qualcosa da me."

Mi spieghi bene cos'è RTC Groningen?
"Certamente!
RTC Groningen è un centro di talenti della pallavolo con giocatori e giocatrici tra i 10 e i 17 anni di età.
Noi siamo il punto di riferimento della parte settentrionale dell'Olanda e tutti i nostri atleti giocano anche nel loro rispettivo club di appartenenza.
Da noi svolgono 2 allenamenti di 3 ore a settimana e quando vediamo che c'è un campione o una campionessa del futuro lo aiutiamo a crescere e a migliorarsi ulteriormente."

Ma sono tutte bellissime le tue ragazze!!!!!!
Mi presenterai le migliori spero!!
Posso chiederti anche qualcosa di te fuori dall'ambito pallavolo?
"Va bene!
26 anni:la mia età
29 anni:l'età di mia sorella
18 anni:l'età di mio fratello.
Tutti e 3 in differenti momenti della nostra vita siamo stati degli atleti.
Ora sono rimasta l'unica della famiglia nel mondo dello sport.
Fatto divertente:sia mia sorella che mio fratello sono molto più alti di me...."
Ho visto nei tuoi profili social che sei fidanzata,ragazzo fortunato lui eh.
Sei un personaggione oltre che molto carina esteticamente.
"Lo conosco da 9 anni sai?
Eravamo nello stesso corso di Sports and Movement e adesso siamo insieme da 2 anni."
Come vedi il tuo futuro?
Hai obiettivi da raggiungere??
"Mi piacerebbe continuare quello che già faccio.
Aiutare giovani nuovi talenti e portare la mia esperienza e capacità nelle scuole e appunto in questi istituti lavorare anche come insegnante.
Fai ciò che ami e ama ciò che fai!!!"
Sogni da realizzare ne hai?
"Forse ti ho appena risposto qui sopra.
Ti aggiungo che in questa stagione ho pronto da affrontare un programma di scambio con alcune atlete provenienti dalla Spagna e proverò ad allenare anche loro.
Inoltre nei prossimi mesi ho pianificato anche un torneo in Ungheria."
Quello che fai tu più che essere il tuo sogno assomiglia molto al mio...

Raccontiamo Talenti
ha avuto il piacere e l'onore di presentarvi
Kim Roukema!
Definirti trascinante è poco.
Catturi ed emozioni e sono stato felicissimo di poter interagire con te nella costruzione di questa pagina.
Rimaniamo in contatto,mi interessi molto e mi interessano anche le tue atlete.
In futuro voglio ancora scrivere di te,voglio un resoconto di tutto ciò che fai.
Io per il momento ti ringrazio e prometto di non perdermi niente delle tue molteplici attività nel mondo del volley.


lunedì 8 gennaio 2018

Julia Mulder

Julia Mulder
(24 Febbraio 2000)
Continuo con questa splendida ragazza il mio viaggio nel mondo della pallavolo europea,nel caso specifico in quella olandese.
Di Julia oltre a ottime doti tecniche mi ha colpito particolarmente la sua intelligenza applicata al mondo dello sport e non solo.
Quello che è scaturito dal nostro dialogo è un articolo che racconta quante cose fa,quante attività svolge la mia ospite di oggi.

Come abitudine inizio col chiederti della tua prima volta nella pallavolo.
"Ho cominciato con il volley quando avevo 9 anni.
Sai,sia mia madre che anche mio padre sono stati dei giocatori e mi hanno insegnato sin da piccola tutta la bellezza che c'è in questo sport."
Ho notato molto di te,la tua bravura e il tuo talento.
Tante persone mi dicono solo cose belle di te.
A questo proposito ti chiedo di dirmi quali sono stati i clubs nei quali hai giocato e con quale team stai disputando l'attuale stagione?

"La mia prima squadra è stata il VCO'72 e ho giocato a Onstwedde,la città in cui vivo.
Qui sono stata fino ai 15 anni poi mi sono trasferita al Flash Veendam,a circa 15 km di distanza.
In questo team sono rimasta e ancora gioco qui.
Mi trovo benissimo e spero di poter vincere assieme a loro,anche se nel mio futuro vorrei magari mettermi alla prova a un livello più alto."
Qual è il tuo ruolo in campo e quali sono le tue principali doti di atleta?
"Sono opposto principalmente ma negli anni passati sono stata schierata anche come schiacciatrice/ricevitrice,adesso ti spiego."

"Non sono altissima,e così mi è capitato di avere anche altri compiti oltre a quello di attaccare.
Però devi sapere che io sono mancina e quindi la posizione di opposto è quella a me più congeniale.
Dove non arrivo in altezza compenso con la tecnica,sono una giocatrice molto tattica."
Parlami delle tue esperienze in campo nazionale ed internazionale.
"Alcuni anni fa sono stata selezionata per il Regional Talent Centre di Groningen.
Questo è un gruppo con le migliori ragazze del nostro distretto.
Non si hanno competizioni ma ci si allena e si migliora tutte assieme.
Oltre alla preparazione si partecipa anche a importanti tornei.
Sono stata infatti 3 volte a Barcellona e abbiamo vinto un bronzo e anche un argento.
Ecco questa di Barcellona è stata un'esperienza importante e che ricordo sempre con piacere.
Inoltre ti voglio dire che sono stata 3 volte anche al torneo internazionale di Alkmaar,non so se lo conosci ma ci sono sempre le migliori squadre giovanili del mondo."
Conosco conosco e anzi spesso prendo spunto da questa competizione per trovare le atlete che poi intervisto.
"Qui ad Alkmaar ho vinto 2 volte la medaglia d'argento."
Bravissima Julia!
Infatti riconosco che sei tra le mie giovani giocatrici preferite.
Ora se non erro non fai più parte del RTC Groningen giusto?
"Esattamente!
Adesso sono in là con l'età per poter continuare a giocare con le giovanissime però ti racconto che il mio allenatore Abe Meininger mi ha offerto di assisterlo ed aiutarlo con gli allenamenti e io faccio questo con il talent center ogni venerdì."
Quindi giocatrice,ottimo talento ma già affianchi un importante allenatore.
Complimenti!!!!!
Oltre alla pallavolo,che credo a questo punto ti porti via molto tempo,cosa fa la bellissima Julia?
"Vivo ancora a Onstwedde che è il mio paese natale. 
A Febbraio compirò 18 anni e frequento l'ultimo anno del Topsporttalentschool di Groningen.
Una volta terminato questo percorso di studi mi piacerebbe diventare fisioterapista."
Attività comunque sempre legata al mondo dello sport.
Come vedi il tuo futuro?
Hai qualche sogno da vedere realizzato??
"Sai,qualche anno fa sognavo di giocare con la nazionale olandese,ora sono consapevole che questo non potrà accadere a causa della mia statura.
Però sono certa di tutti i miei mezzi e so che posso competere ad alti livelli anche se ti dico che per me la cosa più importante è divertirmi giocando a pallavolo.
Sono fanatica e caratterialmente non mollo mai niente,vorrei vincere sempre ad ogni partita."
Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Julia Mulder.
Julia sei una carinissima e splendida ragazza,è stato un grande piacere averti come ospite.
Sono certo che la tua passione per la pallavolo ti porterà a realizzare risultati eclatanti,non ti avrei chiesto l'intervista se non avessi avuto questa sensazione.
Ti comunico sin da ora che voglio seguirti passo dopo passo e cercarti di nuovo in futuro per farmi dire da te tutto il bello che hai ottenuto da sport e vita.




giovedì 4 gennaio 2018

Jolien Knollema

Jolien Knollema
(5 Gennaio 2003)
Ve lo scrivo che la ragazzina che ho ospitato oggi mi ha travolto con la sua simpatia oppure lo capite da soli guardando la sua bellissima foto?
Ciao a tutti!
Jolien mi ha conquistato tipo in 5 minuti e non ho resistito senza chiederle l'intervista.
Durante la realizzazione mi sono chiesto come possano starci così tante qualità in una persona sola.
Leggetemi,leggeteci ed entrate anche voi nel mondo di questa strepitosa ragazza.
Ah dimenticavo:inseritela sin da ora alla voce "campionessa del futuro".
Fatta questa doverosa premessa ora iniziamo con l'intervista.
Ciao Jolien,me la racconti un pò della tua vita nel mondo dello sport?
Ad esempio,io che ti seguo da circa 24 ore vorrei sapere come hai iniziato con la pallavolo?
"Ho avuto la mia prima volta con il volley all'età di 10 anni.
Prima giocavo in una squadra di calcio e facevo anche pattinaggio su ghiaccio.
Ho lasciato il calcio e cercando un altro sport di squadra insieme a un amico ho provato con il volley.
Adesso non riesco a immaginare una vita diversa da quella che sto vivendo in questo bel mondo."
In quale ruolo giochi?
"Ho iniziato con il Papendal due anni e mezzo fa e giocavo nella posizione di centrale.
Però siccome mi mancava qualche centimetro durante la selezione in questo importantissimo team mi sono resa conto che dovevo cambiare il mio ruolo in campo.
Il mio allenatore del Sudosa mi ha aiutata in questo e ora sono schiacciatrice/ricevitrice."
Ora che conosciamo tutti quanto mi hai detto aggiungo che ieri cercavo informazioni su di te e mi sono "perso" per qualche ora nel tuo infinito talento.
Se ti chiedo quali sono le tue migliori doti di atleta tu mi rispondi...??
"Sicuramente sono brava in attacco,anche a muro lascio sempre il segno e il mio contributo.
Oltre a questo,spesso mi riconoscono una buona visione di gioco."

In quali squadre di club hai giocato?
"Attualmente gioco nella seconda divisione olandese nel Sudosa Desto squadra della città di Assen.
Qui mi viene offerta spesso la possibilità di allenarmi con la prima squadra e questo è molto bello e mi offre il modo di migliorarmi giorno dopo giorno e di avere un programma di preparazione adeguato alla mia crescita."
So che hai fatto parte anche del RTC Groningen giusto?
"Si ma ho dovuto lasciarlo per mancanza di tempo visto che ho iniziato ad allenarmi anche per il Dutch Beach Team a L'Aia.
Devo ringraziare molto RTC Groningen:quando avevo 12 anni mi ha dato l'opportunità di allenarmi molto con loro e di prendere parte a tanti tornei nazionali ed internazionali.
Ho imparato molto e sono grata a tutti i miei coach."
Io però mi ero segnato il tuo nome agli Europei u16,cosa mi dici di questa tua esperienza?
"Ti dico che è stato tutto fantastico e unico!!!
E' stato il mio primo torneo con la nazionale olandese ed ero entusiasta anche solo per il fatto di viaggiare con loro e di poter cantare l'inno.
Il fatto che tutto fosse cadenzato alla perfezione,lo stare insieme alle altre ragazze,la professionalità dell'organizzazione mi ha dato una percezione diversa rispetto alle partite giocate in precedenza.
Momenti molto speciali per la mia età ma vissuti fino in fondo anche dalla mia famiglia."
Famiglia che io ringrazio per avermi concesso di scrivere di te!
A loro un grande grande abbraccio.
Hai qualche progetto da portare a termine nei prossimi mesi?
Te lo chiedo perchè ti leggo determinatissima.
"Compio 15 anni domani,nel futuro immediato voglio portare avanti un programma di preparazione che mi consenta di crescere sul piano atletico e anche tecnico.
Questo sia per quanto riguarda l'indoor che anche per il beach volley."
Non oso contraddirti...
Oltre allo sport cosa fai di bello nella tua vita?
"Come ti ho detto domani compio 15 anni,sono alta 185 cm e della mio essere atleta hai già scritto tu.
Vivo ad Haren in Groningen e a Groningen vi è la mia scuola:The Top Sport Talentschool Werkmancollege.
Qui mi trovo molto bene perchè posso combinare facilmente pallavolo e studio.
Sono al quarto anno e tra un paio mi posso diplomare e pensare all'università.
Non ho ancora però ben deciso come proseguire con gli studi,la mia preferenza ora va al volley e anche la mia famiglia mi sostiene in questo.
Come altre passioni ti aggiungo che siccome sono nata vicino ad un lago amo gli sports aquatici come il windsurf e la vela.
Nei mesi invernali adoro sciare."
Difficile chiedere a una ragazzina giovane come te come vede il suo futuro,io provo lo stesso...
"Io ti rispondo che tutto ruota attorno alla pallavolo ma anche al beach volley.
Vorrei diventare giocatrice professionista e girare il mondo grazie alle mie capacità in questi mondi.
Sono ancora molto giovane e quindi devo anche valutare fin dove posso e saprò arrivare.
Nel frattempo continuerò a fare ciò che più mi piace ovvero allenarmi in continuazione e con il massimo impegno,in modo da ottenere sempre il meglio da me stessa."

Mi dicevi prima dell'inno??
Eccoti,sei splendida Jolien!!!!!!

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Jolien Knollema!
A lei e alla sua famiglia va un gigantesco GRAZIE per aver reso possibile tutto ciò e per essere entrati con simpatia ed umanità nel mio mondo.
Cari lettori,cari addetti ai lavori block notes e penna alla mano,annotatevi questo nome vi terrò aggiornati di sicuro nei prossimi mesi,nei prossimi anni.





mercoledì 3 gennaio 2018

Katie Barbour

Katie Barbour
(23 Novembre 1995)
Vi siete mai chiesti come deve essere il livello del volley nei paesi anglosassoni?
Se ne sente parlare poco,in verità non se ne sente parlare per niente.
Il movimento però gode di ottima salute e grazie alla mia ospite di oggi avrete la possibilità di addentrarvi un pò di più nella pallavolo brittanica,nello specifico in quella scozzese.
Scelta volutamente originale per cominciare come si deve il 2018.
Tra l'altro Katie è simpaticissima e sono sicuro vi piacerà quello che mi ha raccontato.

Prima di iniziare colgo l'occasione per mandare un saluto a tutte le federazioni di pallavolo della Gran Bretagna.
Nelle immagini trovate i links a tutti i loro profili social.

Prima domanda:
quando hai cominciato a giocare?
"Ho iniziato all'età di 10 anni,adesso ne ho 22...
Il volley era uno degli sports che venivano insegnati nella scuola che io frequentavo.tra l'altro mia zia era una giocatrice e a quei tempi mi convinse di quanto fosse bella la pallavolo."
Giochi da tantissimi anni,complimenti!!
In quale squadra giochi e quale è la tua posizione in campo?
"Faccio parte del club di Glasgow chiamato Su Ragazzi,sono libero ma a volte gioco anche come schiacciatrice ricevitrice."
Quali sono le tue doti migliori tecnicamente parlando?
"Sicuramente la difesa e la ricezione e soprattutto il saper leggere bene il gioco delle avversarie.
Sono caratterialmente una persona molto competitiva e mantengo altissima la concentrazione anche nelle battaglie lunghe 5 set."

Conoscendo poco del tuo mondo ti chiedo di raccontarmi com'è la pallavolo nella tua nazione ma anche di dirmi come vivi le esperienze internazionali...
"In Scozia il mio club Su Ragazzi ha vinto tutti e 3 i titoli la scorsa stagione:Scottish Cup,Women Premier's League e The John Syer Cup.
E' stata la nostra prima tripletta in assoluto!!!
Ho preso parte con la nazionale scozzese al Campionato Europeo per le piccole nazioni organizzato dalla Cev e devo dire che tutto è stato fantastico.
Buona la qualità delle partite e aggiungo anche che alcune delle mie avversarie sono davvero delle ottime giocatrici."
Molto bene,terrò d'occhio allora tutti questi paesi di cui per il momento si parla poco.
Magari troverò qualche altra eccellente atleta come sei tu.

Katie,ho una curiosità:perchè il tuo team si chiama Su Ragazzi?
"C'è una ragione per questo,te la spiego subito.
Devi sapere che tanti tanti anni fa una squadra maschile di Glasgow partecipò ad un torneo in Italia e la gente della tua nazione usava incitare il nostro team dicendo "su ragazzi",è una cosa come "come on boys" giusto??
Ecco al loro ritorno in patria decisero di chiamarsi proprio in questo modo."
Ma che bella cosa,c'è anche un poco di noi nella vostra storia.

Torniamo a noi,qual'è il tuo obiettivo per questa stagione?
"Sicuramente voglio migliorarmi tecnicamente,ad esempio quando non vengo schierata come libero ma come seconda schiacciatrice sento che devo migliorare e perfezionarmi al servizio.
E' mio desiderio anche continuare a lavorare duro in palestra per ottenere sempre il meglio da me stessa."
A livello di federazione invece quali sono i vostri piani?
"Crescere,diventare squadra in grado di essere capace di giocare nelle competizioni con le grandi nazioni.
Non è facile sai,una cosa che non sai è che noi non abbiamo nessun sostegno a livello economico e ad esempio le trasferte le paghiamo interamente noi atlete."
Situazione difficile dalla quale sono certo uscirete in breve tempo,seguendo te ho scoperto che siete già ora in grado di difendervi bene.
Il tempo vi concederà le giuste opportunità.

La bella e simpatica Katie che tipo di ragazza è...??
"Studio fisioterapia e sono al terzo anno alla Glasgow Caledonian University.
In realtà io sono originaria di un piccolo paese che si chiama Troon che è un luogo di mare dove vive tutta la mia famiglia.
Ho lavorato per 5 anni come cameriera per avere qualche soldo extra da utilizzare per i miei studi.
Quando ho del tempo libero mi piace divertirmi con semplici cose con i miei tanti amici.
Mi piace cucinare e mi piacciono le serie tv come Grey's anatomy."

Prendo spunto dalle tue ultime foto,giochi anche a beach volley?
"Si!
Ho rappresentato la nazionale di Scozia 2 anni fa quando avevo 19 anni.
La mia partita internazionale è stata contro la Russia..."
Sono andato a controllare,sul sito della Cev trovate tabellini e altre belle immagini.
Prima di salutarti,hai qualche bel sogno da vedere realizzato??
"Quando avrò finito di studiare mi piacerebbe utilizzare le mie capacità di atleta per giocare e visitare qualche bella nazione.
Non so dirti con precisione dove,ma adoro viaggiare quindi sarei felice praticamente ovunque.
Ho anche una seconda opzione:posso inserirmi nel mondo del volley anche come fisioterapista oltre che come atleta.
Staremo a vedere cosa succederà."

Foto finale con uno dei tantissimi riconoscimenti avuti in carriera da questa fantastica ragazza.
Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Katie Barbour!!!
Volutamente tenuta come prima intervista del 2018 la mia bella amica è da ringraziare per il calore,la passione e l'umanità che ha messo nel rispondermi.
E anche per avermi fatto i complimenti per il mio inglese.
Continuerò a seguire Katie e tutto il movimento pallavolistico di Scozia e dei paesi anglosassoni.
Sono certo che nei prossimi mesi troverò altre splendide storie da raccontarvi.