domenica 14 gennaio 2018

Ana Zigon

Ana Zigon
(7 Ottobre 2002)
Seguo questa carinissima ragazza da un pò di mesi,settimana scorsa alle qualificazioni agli Europei under 17 ho avuto la conferma della sua infinita bravura e con il permesso di papà Aleksander (che saluto) ho sottoposto Ana a qualche mia curiosità.
Sicuramente tra le mia atlete preferite,sono certo che da ora in poi conquisterà anche voi.

Ciao campionessa del futuro,è mia abitudine come prima domanda chiedere come siete entrate nel mondo della pallavolo,lo faccio anche con te.
"Ciao Luca,devi sapere che mio padre è stato un giocatore e anche un allenatore.
Quindi io sono stata introdotta nel volley praticamente da subito e sin da quando avevo 7 anni gioco in una squadra."
Tu non hai avuto bisogno di essere indirizzata verso lo sport ci sei nata dentro.

Quali sono le squadre che hanno avuto la fortuna di averti come palleggiatrice?
"Il mio esordio è stato con Zok Sostanj,poi mi sono trasferita al Ok SwatyComet Zrece,il team dove sono tuttora."
Che tipo di giocatrice sei?
"Sono una ragazza che si impegna sempre tantissimo e che si allena sempre intensamente.
Devo dire che ho la fortuna di avere attorno a me un team di allenatori e di preparatori veramente ottimo.
Con loro al mio fianco sto crescendo giorno dopo giorno."
Di chi lavora assieme a te ne parleremo tra qualche minuto,ho una persona da salutare.

Definiscimi la parola "pallavolo".
"Pallavolo per me non è solo una partita da giocare,è più un modo di vivere,una ragione di vita!!!
Quando sono in campo stacco la mente da ogni altra cosa e penso solamente a me e alla palla che ho vicina.
Quelle che riesco a provare sono bellissime sensazioni."

Ecco,qui in questa immagine c'è Rosana Krajnc,una persona fantastica e che tanto merito ha nei vostri miglioramenti quotidiani.
Lei è sempre gentile con me e le mando un grande abbraccio.
A questo proposito mi viene da chiederti di raccontarmi la tua esperienza con la nazionale slovena u17.

"E' stata la mia prima volta con la nazionale del mio paese e sono molto orgogliosa di tutto quello che è successo.
Ho lavorato duramente per farmi trovare pronta e sono contenta dei risultati ottenuti assieme alle mie compagne di squadra e agli allenatori.
Assieme abbiamo ottenuto la scorsa settimana la qualificazione alla fase finale dei Campionati Europei."
Me lo ricordo bene,ti ho vista in tutte le partite disputate e devo dire che hai una classe superiore alle tue coetanee.
Sicuramente tu giocherai ad altissimi livelli nei prossimi anni.
Rimanendo ai giorni nostri,qual è il tuo obiettivo per questa stagione?
"Fare bene con il club e ovviamente partecipare da protagonista agli Europei."

A me piaci tantissimo sia come giocatrice che come persona,faccio i complimenti ai tuoi genitori per come ti hanno educata.
Mi racconti qualcosa di te fuori dal mondo pallavolo?
"Sono una normalissima ragazza alla quale piace uscire con i propri amici.
Mi piacciono i films e adoro i dolci come ad esempio la cioccolata.
Riguardo al mio futuro posso dire che mi è capitato di visitare il Medical Center di Celje e da allora nella mia mente c'è la professione di fisioterapista."
Idee chiarissime sul tuo lavoro,brava.
Se ti chiedo invece cosa vorresti fare nel volley cosa mi rispondi?
"Ti rispondo che sicuramente voglio arrivare a giocare nel principale campionato di Slovenia.
Dopo questo mi piacerebbe mettermi alla prova in qualche altra nazione.
Oltre a questo vorrei rimanere per sempre in questo mondo e in futuro essere un punto di riferimento per chi si avvicina al nostro sport."
Non sono del tutto sicuro di avere intervistato una ragazzina,sei davvero molto molto matura!
Bravissima!

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato la giovanissima ma fortissima Ana Zigon.
Appuntatevi il suo nome,se mi chiedete una palleggiatrice talentuosa da far crescere state sicuri che io vi porto lei.
Sono contento di averti qui con me e spero in futuro di essere ancora il narratore di tutti i tuoi successi sportivi ma anche della vita di ogni giorno.

Nessun commento: