domenica 21 gennaio 2018

Barbora Kosekova

Barbora Kosekova
(22 Novembre 1994)
Il top del top del top!
Io e Barbora siamo amici da molti anni,posso tranquillamente scrivere che l'ho vista crescere come atleta partita dopo partita.
E' quindi per me un'immensa gioia portarla qui nel blog e presentarla ad ognuno di voi.
Sono contentissimo di tutto questo e anche un pochino emozionato.
Barbora si è aperta a me raccontandomi tantissimo della sua vita,provo a riassumere nel miglior modo possibile nelle prossime righe.

Pronti via e prime curiosità legate ai tuoi primi anni nel mondo del volley,quando hai iniziato a giocare a pallavolo?
"Ho cominciato all'età di 10 anni.
Mi ero trasferita a vivere in Germania assieme a mia madre e a mio fratello in quanto mia mamma stava allenando una squadra in questa nazione.
Devi sapere che tutti nella mia famiglia hanno a che fare con la pallavolo,mamma,padre,fratello,zie e zii e quindi è stato naturale che sbocciasse la mia passione per questo sport."

In quali squadre hai giocato nel corso della tua importante carriera?
"Come detto sono stata per i miei primi anni in Germania in una squadra giovanile che si chiama Grimma.
Dopo 2 stagioni,assieme alla mia famiglia siamo tornati a Bratislava e sono entrata a far parte del SSK Bilikova che è la squadra giovanile più forte di Slovacchia."
Ti fermo un secondo solo per ricordare ai miei lettori che all'interno del sito si possono leggere svariate interviste ai giovani talenti del Bilikova.
Prosegui pure.
"All'età di 15 anni ho firmato il mio primo contratto con il VK Doprastav Bilikova dove nella prima stagione ho avuto mia mamma come allenatrice.
Qui sono rimasta 3 anni prima di entrare nel roster delle rivali del Doprastav ovvero lo Slavia EU Bratislava.
Dopo 2 stagione nel principale team della mia nazione mi sono spostata in Repubblica Ceca nel VK KP Brno e infine adesso sto giocando in palleggio nel Linamar Bekescsabai RSE in Ungheria."
Quali sono le tue principali qualità come atleta?
"Prima di tutto devo dirti che io ho la pallavolo nel sangue.
Mia madre è stata una giocatrice di successo quindi ho cercato di apprendere tutto il suo talento.
Sin dalle prime esperienze i miei allenatori mi hanno sempre voluta con loro e quindi ho potuto accrescere la mia conoscenza del mondo volley.
Probabilmente dovresti chiedere a loro come sono tecnicamente, io ti posso dire che sono sempre molto concentrata a livello mentale e che se mi pongo degli obiettivi faccio di tutto per raggiungerli."
Non ho scritto niente sinora,lo faccio adesso:ciao Eva!!!!!!!
Grandissimo saluto e abbraccione per te mitica allenatrice e mamma della mia ospite di oggi.

Capitolo nazionale:io che ti seguo da sempre credo tu sia tra le migliori palleggiatrici in circolazione.
Mi racconti quali emozioni e sensazioni comporta indossare questa maglia?
"Tutto molto molto bello sinora.
Come tu sicuramente sai sono stata nella selezione juniores dove ero allenata da mia mamma e con loro ho preso parte ai campionati europei di categoria e anche ai campionati del mondo.
Abbiamo ottenuto risultati importantissimi per il nostro movimento pallavolistico come ad esempio il sesto posto agli europei.
Non riesco a descrivere bene cosa provo,quali emozioni mi travolgono,sono solamente molto grata a tutte le persone che mi hanno aiutata a crescere.
Adesso sono al terzo anno come palleggiatrice della nazionale senior,abbiamo da disputare l'European League la prossima estate ma soprattuto aspetto i campionati europei del prossimo anno.
Si giocheranno qui da noi in Slovacchia e per me sarà una notevole opportunità per mettermi in mostra."
Anche io che sono spesso a Bratislava mi sa che verrò a vederti.

Colgo l'occasione dell'averti qui con me per domandarti quali sono le differenze tra campionato slovacco,ceco e ungherese.
"Da quello che ho potuto sperimentare posso dirti che sono positivamente sorpresa dal livello della pallavolo in Ungheria.
Le squadre stanno cercando di ottenere allenatori e giocatrici dall'estero e non avendo paura nell'investire nello sport credo che anno dopo anno tutto stia crescendo e migliorando."
Tu hai Alberto Salomoni come coach adesso.
Ottimo tecnico esperto per una buonissima alzatrice come sei tu.
"Si,nel club dove sono io tutto funziona alla perfezione e adesso il BRSE sta anche costruendo una grande accademia per il volley in Ungheria.
Nella Repubblica Ceca lo stato cerca di sostenere i clubs in modo che possano arrivare buoni risultati.
Alcuni team sono di alto livello mentre altri sono semiprofessionistici ma nel complesso devo dire che per me è stata una buona prima esperienza fuori dalla Slovacchia.
Appunto parlandoti della mia nazione devo dire che abbiamo molte giocatrici più che buone ma che per emergere vanno a giocare all'estero."
Grazie per la risposta.
Barbora secondo me anche il campionato slovacco sta crescendo a livello tecnico,io che lo seguo in quasi tutte le partite devo dire che di atlete brave ne vedo sempre un buon numero.
Prossimamente ne porterò qui qualcuna.

Qual è il tuo obiettivo per questa stagione?
"Sicuramente avere maggiore esperienza a livello internazionale.
Abbiamo giocato la Champions League e sto prendendo parte alla MEVZA,alla Cev Cup e naturalmente al campionato ungherese.
Quindi ho moltissime partite da giocare e per un'alzatrice come me tutto ciò serve a trovare maggiori certezze dei propri mezzi.
Per essere realista ti dico che voglio vincere il campionato,la coppa nazionale,la Mevza e anche andare il più lontano possibile in Cev Cup."

Sei stupenda amica mia.sei proprio una ragazza d'oro!
Cioè voglio dire,hai le mani d'oro ma mica solo quelle.
Mi racconti qualcosa di te oltre al mondo dello sport?
"Certamente!
Ho 23 anni e dopo aver vissuto in Germania,al mio ritorno a Bratislava ho frequentato la scuola bilingue.
Dopo il diploma ho iniziato a studiare all'Università di Economia sempre a Bratislava con l'indirizzo di relazioni internazionali.
Penso che oltre al volley mi piacerebbe nella mia vita lavorare nel campo della diplomazia."
Hobbies??
"Mi piace molto viaggiare,una delle cose che più amo.
Oltre a questo amo cucinare,cibo italiano e giapponese soprattutto.
Sono una persona molto socievole e quindi amo passare il mio tempo libero assieme agli amici."

Come vedi il tuo futuro?
Hai dei sogni da realizzare?
"Queste sono probabilmente le domande più difficili.
Il mio sogno è quello di giocare nei campionati più importanti del mondo,ecco questo al momento è l'obiettivo numero uno per me.
Quando finirò la carriera mi piacerebbe sposarmi,avere una famiglia con dei figli e continuare con loro a viaggiare in giro per il mondo."
Una famiglia di pallavolisti immagino...
Concludo l'intervista con questa bella foto con la tua famiglia.
"Posso aggiungere che tutto quello che ho raggiunto sinora lo devo a loro?
Mia mamma è stata una bravissima schiacciatrice/ricevitrice e ha giocato molto in giro per il mondo.
Anche nel campionato italiano di A2.
Allenandomi sin dalle selezioni giovanili lei mi ha cresciuta molto ma ha anche sempre voluto il meglio da me.
Non sempre è stato facile però è anche vero che lei è la mia prima fan e la mia più grande sostenitrice."
Da amante dello sport e della vita io ti dico che adoro sia te che anche mamma Eva.

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Barbora Kosekova!!!
Barboraaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!
Super super abbraccio per te,è stato bellissimo!!!!
Va che adesso ti tocca vincere tutto eh,così magari poi potrò intervistarti di nuovo.
Ti voglio bene:sei il perfettissimo esempio di come deve essere per me un'atleta,una campionessa.



Nessun commento: