lunedì 8 gennaio 2018

Julia Mulder

Julia Mulder
(24 Febbraio 2000)
Continuo con questa splendida ragazza il mio viaggio nel mondo della pallavolo europea,nel caso specifico in quella olandese.
Di Julia oltre a ottime doti tecniche mi ha colpito particolarmente la sua intelligenza applicata al mondo dello sport e non solo.
Quello che è scaturito dal nostro dialogo è un articolo che racconta quante cose fa,quante attività svolge la mia ospite di oggi.

Come abitudine inizio col chiederti della tua prima volta nella pallavolo.
"Ho cominciato con il volley quando avevo 9 anni.
Sai,sia mia madre che anche mio padre sono stati dei giocatori e mi hanno insegnato sin da piccola tutta la bellezza che c'è in questo sport."
Ho notato molto di te,la tua bravura e il tuo talento.
Tante persone mi dicono solo cose belle di te.
A questo proposito ti chiedo di dirmi quali sono stati i clubs nei quali hai giocato e con quale team stai disputando l'attuale stagione?

"La mia prima squadra è stata il VCO'72 e ho giocato a Onstwedde,la città in cui vivo.
Qui sono stata fino ai 15 anni poi mi sono trasferita al Flash Veendam,a circa 15 km di distanza.
In questo team sono rimasta e ancora gioco qui.
Mi trovo benissimo e spero di poter vincere assieme a loro,anche se nel mio futuro vorrei magari mettermi alla prova a un livello più alto."
Qual è il tuo ruolo in campo e quali sono le tue principali doti di atleta?
"Sono opposto principalmente ma negli anni passati sono stata schierata anche come schiacciatrice/ricevitrice,adesso ti spiego."

"Non sono altissima,e così mi è capitato di avere anche altri compiti oltre a quello di attaccare.
Però devi sapere che io sono mancina e quindi la posizione di opposto è quella a me più congeniale.
Dove non arrivo in altezza compenso con la tecnica,sono una giocatrice molto tattica."
Parlami delle tue esperienze in campo nazionale ed internazionale.
"Alcuni anni fa sono stata selezionata per il Regional Talent Centre di Groningen.
Questo è un gruppo con le migliori ragazze del nostro distretto.
Non si hanno competizioni ma ci si allena e si migliora tutte assieme.
Oltre alla preparazione si partecipa anche a importanti tornei.
Sono stata infatti 3 volte a Barcellona e abbiamo vinto un bronzo e anche un argento.
Ecco questa di Barcellona è stata un'esperienza importante e che ricordo sempre con piacere.
Inoltre ti voglio dire che sono stata 3 volte anche al torneo internazionale di Alkmaar,non so se lo conosci ma ci sono sempre le migliori squadre giovanili del mondo."
Conosco conosco e anzi spesso prendo spunto da questa competizione per trovare le atlete che poi intervisto.
"Qui ad Alkmaar ho vinto 2 volte la medaglia d'argento."
Bravissima Julia!
Infatti riconosco che sei tra le mie giovani giocatrici preferite.
Ora se non erro non fai più parte del RTC Groningen giusto?
"Esattamente!
Adesso sono in là con l'età per poter continuare a giocare con le giovanissime però ti racconto che il mio allenatore Abe Meininger mi ha offerto di assisterlo ed aiutarlo con gli allenamenti e io faccio questo con il talent center ogni venerdì."
Quindi giocatrice,ottimo talento ma già affianchi un importante allenatore.
Complimenti!!!!!
Oltre alla pallavolo,che credo a questo punto ti porti via molto tempo,cosa fa la bellissima Julia?
"Vivo ancora a Onstwedde che è il mio paese natale. 
A Febbraio compirò 18 anni e frequento l'ultimo anno del Topsporttalentschool di Groningen.
Una volta terminato questo percorso di studi mi piacerebbe diventare fisioterapista."
Attività comunque sempre legata al mondo dello sport.
Come vedi il tuo futuro?
Hai qualche sogno da vedere realizzato??
"Sai,qualche anno fa sognavo di giocare con la nazionale olandese,ora sono consapevole che questo non potrà accadere a causa della mia statura.
Però sono certa di tutti i miei mezzi e so che posso competere ad alti livelli anche se ti dico che per me la cosa più importante è divertirmi giocando a pallavolo.
Sono fanatica e caratterialmente non mollo mai niente,vorrei vincere sempre ad ogni partita."
Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Julia Mulder.
Julia sei una carinissima e splendida ragazza,è stato un grande piacere averti come ospite.
Sono certo che la tua passione per la pallavolo ti porterà a realizzare risultati eclatanti,non ti avrei chiesto l'intervista se non avessi avuto questa sensazione.
Ti comunico sin da ora che voglio seguirti passo dopo passo e cercarti di nuovo in futuro per farmi dire da te tutto il bello che hai ottenuto da sport e vita.




Nessun commento: