mercoledì 3 gennaio 2018

Katie Barbour

Katie Barbour
(23 Novembre 1995)
Vi siete mai chiesti come deve essere il livello del volley nei paesi anglosassoni?
Se ne sente parlare poco,in verità non se ne sente parlare per niente.
Il movimento però gode di ottima salute e grazie alla mia ospite di oggi avrete la possibilità di addentrarvi un pò di più nella pallavolo brittanica,nello specifico in quella scozzese.
Scelta volutamente originale per cominciare come si deve il 2018.
Tra l'altro Katie è simpaticissima e sono sicuro vi piacerà quello che mi ha raccontato.

Prima di iniziare colgo l'occasione per mandare un saluto a tutte le federazioni di pallavolo della Gran Bretagna.
Nelle immagini trovate i links a tutti i loro profili social.

Prima domanda:
quando hai cominciato a giocare?
"Ho iniziato all'età di 10 anni,adesso ne ho 22...
Il volley era uno degli sports che venivano insegnati nella scuola che io frequentavo.tra l'altro mia zia era una giocatrice e a quei tempi mi convinse di quanto fosse bella la pallavolo."
Giochi da tantissimi anni,complimenti!!
In quale squadra giochi e quale è la tua posizione in campo?
"Faccio parte del club di Glasgow chiamato Su Ragazzi,sono libero ma a volte gioco anche come schiacciatrice ricevitrice."
Quali sono le tue doti migliori tecnicamente parlando?
"Sicuramente la difesa e la ricezione e soprattutto il saper leggere bene il gioco delle avversarie.
Sono caratterialmente una persona molto competitiva e mantengo altissima la concentrazione anche nelle battaglie lunghe 5 set."

Conoscendo poco del tuo mondo ti chiedo di raccontarmi com'è la pallavolo nella tua nazione ma anche di dirmi come vivi le esperienze internazionali...
"In Scozia il mio club Su Ragazzi ha vinto tutti e 3 i titoli la scorsa stagione:Scottish Cup,Women Premier's League e The John Syer Cup.
E' stata la nostra prima tripletta in assoluto!!!
Ho preso parte con la nazionale scozzese al Campionato Europeo per le piccole nazioni organizzato dalla Cev e devo dire che tutto è stato fantastico.
Buona la qualità delle partite e aggiungo anche che alcune delle mie avversarie sono davvero delle ottime giocatrici."
Molto bene,terrò d'occhio allora tutti questi paesi di cui per il momento si parla poco.
Magari troverò qualche altra eccellente atleta come sei tu.

Katie,ho una curiosità:perchè il tuo team si chiama Su Ragazzi?
"C'è una ragione per questo,te la spiego subito.
Devi sapere che tanti tanti anni fa una squadra maschile di Glasgow partecipò ad un torneo in Italia e la gente della tua nazione usava incitare il nostro team dicendo "su ragazzi",è una cosa come "come on boys" giusto??
Ecco al loro ritorno in patria decisero di chiamarsi proprio in questo modo."
Ma che bella cosa,c'è anche un poco di noi nella vostra storia.

Torniamo a noi,qual'è il tuo obiettivo per questa stagione?
"Sicuramente voglio migliorarmi tecnicamente,ad esempio quando non vengo schierata come libero ma come seconda schiacciatrice sento che devo migliorare e perfezionarmi al servizio.
E' mio desiderio anche continuare a lavorare duro in palestra per ottenere sempre il meglio da me stessa."
A livello di federazione invece quali sono i vostri piani?
"Crescere,diventare squadra in grado di essere capace di giocare nelle competizioni con le grandi nazioni.
Non è facile sai,una cosa che non sai è che noi non abbiamo nessun sostegno a livello economico e ad esempio le trasferte le paghiamo interamente noi atlete."
Situazione difficile dalla quale sono certo uscirete in breve tempo,seguendo te ho scoperto che siete già ora in grado di difendervi bene.
Il tempo vi concederà le giuste opportunità.

La bella e simpatica Katie che tipo di ragazza è...??
"Studio fisioterapia e sono al terzo anno alla Glasgow Caledonian University.
In realtà io sono originaria di un piccolo paese che si chiama Troon che è un luogo di mare dove vive tutta la mia famiglia.
Ho lavorato per 5 anni come cameriera per avere qualche soldo extra da utilizzare per i miei studi.
Quando ho del tempo libero mi piace divertirmi con semplici cose con i miei tanti amici.
Mi piace cucinare e mi piacciono le serie tv come Grey's anatomy."

Prendo spunto dalle tue ultime foto,giochi anche a beach volley?
"Si!
Ho rappresentato la nazionale di Scozia 2 anni fa quando avevo 19 anni.
La mia partita internazionale è stata contro la Russia..."
Sono andato a controllare,sul sito della Cev trovate tabellini e altre belle immagini.
Prima di salutarti,hai qualche bel sogno da vedere realizzato??
"Quando avrò finito di studiare mi piacerebbe utilizzare le mie capacità di atleta per giocare e visitare qualche bella nazione.
Non so dirti con precisione dove,ma adoro viaggiare quindi sarei felice praticamente ovunque.
Ho anche una seconda opzione:posso inserirmi nel mondo del volley anche come fisioterapista oltre che come atleta.
Staremo a vedere cosa succederà."

Foto finale con uno dei tantissimi riconoscimenti avuti in carriera da questa fantastica ragazza.
Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Katie Barbour!!!
Volutamente tenuta come prima intervista del 2018 la mia bella amica è da ringraziare per il calore,la passione e l'umanità che ha messo nel rispondermi.
E anche per avermi fatto i complimenti per il mio inglese.
Continuerò a seguire Katie e tutto il movimento pallavolistico di Scozia e dei paesi anglosassoni.
Sono certo che nei prossimi mesi troverò altre splendide storie da raccontarvi.

Nessun commento: