venerdì 14 giugno 2019

August Raskie

August Raskie

L'entusiasmo fatta persona!!!
Ciao a tutte e a tutti,oggi ho il piacere ed il grandissimo onore di avere come mia ospite una tra le più promettenti atlete del mondo del volley.
A breve avremo la possibilità di ammirarla in Italia,ma prima di chiunque altro sarò io a presentarla al grande pubblico di appassionati di questo sport.
Personalmente adoro August avendola seguita nei mesi scorsi.
L'ho adorata come atleta ed ora posso dire di lei che è una persona eccezionale.
Simpatica,sempre pronta al dialogo e anche un pò folle.
Quella sana follia che a me piace tanto.
Qui di seguito la sua intervista.

Ciao August,ti ringrazio di cuore per la splendida opportunità che mi hai concesso e ti chiedo di raccontarmi quando e perchè hai iniziato a giocare a pallavolo...
"Ho cominciato con il volley quando avevo 13 anni.
In precedenza avevo giocato a basket e anche fatto atletica ma avevo il desiderio di provare altro e di imitare mia sorella che già praticava la pallavolo ed eccomi qui."
In quali clubs hai giocato sinora?
"Ho fatto parte del roster del Front Range in Colorado e poi ho giocato per ben 4 anni per l'Università dell'Oregon."
Ed ora sei pronta per il campionato di A1 qui da noi in Italia!
Già perchè la brava e bella August farà parte della Bartoccini Perugia.
A mio modo di vedere un grandissimo colpo da parte del sodalizio umbro neo promosso nella massiima serie italiana.

Da questa foto si capisce benissimo in che posizione giochi...
"Si,sono una palleggiatrice!
Sono mancina e mi piace il gioco quando è veloce ed aggressivo.
Adoro la competizione."
Poco fa ho annunciato il tuo passaggio alla Bartoccini Perugia,io ne sono entusiasta ma a te chiedo se ti senti pronta per questa nuova esperienza.
"Sono entusiasta anche io di avere la possibilità di crescere nel vostro campionato.
Sono pronta per imparare,migliorarmi giorno per giorno assieme alle mie compagne di squadra e a dare il meglio di me stessa."

"Sono molto grata per questa opportunità di mettermi al lavoro in una città così bella come Perugia e rappresentare la loro straordinaria squadra.
Spero che la città mi accoglierà perchè ho davvero voglia di fare bene."
Come procede con la lingua italiana?
(Dovete sapere che August si sta impegnando molto ed è già a livelli ottimi.
Nelle nostre chat sui social usiamo molto di più la lingua italiana che l'inglese e devo dire che già ora si fa capire alla perfezione)
"Sto imparando durante il tempo libero,è molto divertente.
Credo che l''unico modo per vivere pienamente una nuova cultura sia sapere conoscere come prima cosa come sii parla."

Chi è la bella e sempre sorridente August?
"Piacere,io sono August chiamata anche Gus.
Sono un'anima avventurosa,mi piace viaggiare,incontrare nuove persone e vedere il mondo da diversi punti di vista.
Amo provare cose nuove e mettere alla prova il mio coraggio.
Mi piace vivere senza paura.
Metto passione in tutto ciò che faccio,penso che la vita va vissuta fino in fondo e non solo a metà.
Sono curiosa,mi piace esplorare e non ho paura di distinguermi dagli altri per come sono,per come ragiono."

"All'Università ho studiato pittura,disegno ed animazione.
Amo raccontare storie attraverso la mia Arte."
Mi sa che allora l'Italia ti piacerà moltissimo anche sotto questo punto di vista!
"Oltre a questo che ti ho detto mi piace anche leggere e mi piace il sole.
Sono cresciuta con mia mamma e mia sorella con le quali sono legatissima.
Ho un gatto che si chiama Fish.
Amo fare conversazione con le mie nuove conoscenze e nella pallavolo sono una giocatrice grintosa e piuttosto selvaggia.
Cerco di stare nel migliore dei modi possibile con le persone che mi circondano."
Qual è il tuo obiettivo per i prossimi mesi?
"Mettere come prima cosa tanto coraggio in ciò che farò.
Voglio imparare dai miei allenatori e dalle mie compagne,voglio adattarmi il più velocemente possibile allo stile di gioco del campionato italiano.
Voglio conquistare il rispetto della mia squadra lottando assieme a loro.
E poi voglio studiare la storia e la cultura di Perugia."
Il tuo sogno??
"Vorrei diventare un esempio per le ragazze giovani che si affacciano al mondo dello sport,un esempio non convenzionale.
Vorrei essere guardata per il duro lavoro,l'impegno e la disciplina che ci vuole per fare le cose fatte bene."
Sei assolutamente spettacolare Gus!

Con quest'ultima immagine saluto la mia ospite ed amica.
Gus,grazie di tutto e mi raccomando ricordati sempre le due parole essenziali che ti ho insegnato:pastasciutta e Chianti.
Ovviamente scherzo(ma gliel'ho scritto veramente qualche settimana fa...).
Colgo l'occasione  per complimentarmi con la Bartoccini Perugia e anche con i procuratori di August per avere portato in Italia una grande grande campionessa.

domenica 9 giugno 2019

Vittoria Tampucci

Vittoria Tampucci

Ciao a tutti,con l'ospite di oggi riprendo con una serie di pubblicazioni a carattere musicale.
Ho voluto fortemente ricominciare da Vittoria in quanto rapito dal suo talento e da come si presenta al pubblico.
Dolce ma al tempo stesso grintosa è davvero pronta a farci sognare con la sua voce.

Cara Vittoria,grazie per avermi concesso la tua intervista.
Come prima curiosità ti chiedo di raccontarmi quando e come hai scoperto di avere queste incredibili doti artistiche.
"Canto praticamente da sempre, non ricordo un momento esatto in cui ho iniziato a cantare.
La musica per me è sempre stata un’esigenza, un bisogno primario, non ne posso fare a meno.Già all'età di 7 anni scappavo al karaoke vicino a casa per cantare le canzoni di Ligabue.
All'età di 12 anni ho iniziato a prendere lezioni di chitarra e a frequentare una scuola di canto.
Alle elementari, alla domanda: “cosa vuoi fare da grande?”, io rispondevo: “la cantautrice”. Sono felice di poter dire che, nel mio piccolo, ci sto riuscendo."
Seguendoti in queste ultime settimane ho scoperto molto di te dal punto di vista artistico,,mi racconti le tue esperienze in concorsi e talent?
Ho visto ad esempio che hai partecipato a Castrocaro.
" I concorsi e i talent mi hanno dato modo di poter crescere e di potermi confrontare con altri ragazzi come me.
Quando ero più piccolina avevo poca autostima in me stessa, non ero mai la prima, ma non ho mai mollato.
Con costanza e determinazione sono riuscita ad ottenere dei piccoli ma grandi risultati.
Calcare il palco di Castrocaro a soli sedici anni è stato per me un grandissimo onore. È stata un’esperienza che mi ha fatto crescere molto, sia a livello artistico che a livello personale."

Arriviamo così a The Voice of Italy...
"The Voice of Italy è stato un percorso che ho affrontato con più consapevolezza, essendo già un po’ più grande.
Posso comunque dire che ogni esperienza musicale che ho affrontato nella mia vita è stata un tassello importante per la mia crescita, che mi ha permesso di tirare fuori l’autostima che inizialmente mi mancava."
Ma dimmi un pò,com'è nata l'idea di partecipare a questa splendida trasmissione televisiva?
" L’idea di partecipare a The Voice è nata quasi per scherzo.
Essendo molto impegnata con la scuola a causa dell’esame di maturità quest’anno avevo deciso di non prendermi impegni importanti. 
È stata mamma a convincermi, dicendo che avrei dovuto provare, che non avevo niente da perdere."
Cosa ti ha lasciato dentro a livello emotivo?
"La carica provata nel momento in cui sono salita sul palco è inspiegabile. Ho dato tutto quello che potevo, senza risparmiarmi.
Quando si è girata Elettra ho capito che forse quello che avevo da dire a qualcuno è arrivato. Elettra è una ragazza dolce, simpatica, molto alla mano, sono molto felice di aver fatto parte del suo Team.
Però The voice non è soltanto quello che si vede in tv, The voice sono le persone stupende che ho conosciuto, tutti i ragazzi che sono diventati amici, la redazione, le costumiste, le truccatrici e le parrucchiere.
The Voice rimarrà sempre parte di me, sono momenti che porterò sempre nel cuore e che hanno lasciato un segno indelebile."

Grazie mille per le risposte,sei una ragazza davvero semplice e disponibile.
A questo proposito mi sorge spontanea la domanda:chi è la bella Vittoria?
"Vittoria è una persona buona, molto sensibile, ma allo stesso tempo molto determinata.
Vittoria è disordinata fuori e anche un po’ dentro, è una pensatrice, non lascia trasparire spesso quello che sente.
Vittoria ama viaggiare, conoscere persone, ama parlare altre lingue e leggere.
Vittoria ama la tranquillità delle campagne vicino a casa sua ma anche il caos delle grandi città.
Vittoria è 50% testa e 50% cuore."
Scrivo oramai da tanti anni sai,ho pubblicato centinaia di interviste e credo che questa sia una delle descrizioni più belle e veritiere in assoluto.
Tornando a te artista,hai qualche bel progetto per i mesi a venire?
Ti sei posta qualche obiettivo da raggiungere??
" Questa estate sarò spesso in giro a suonare, spero di potermi muovere il più possibile.
Spero anche di far uscire i miei pezzi il prima possibile, voglio far conoscere la mia musica e mostrare la me più vulnerabile, provando ad arrivare al cuore di chi mi ascolta.L'obiettivo principale che mi sono posta è quello di vivere di musica e anche se so che sarà difficile farò di tutto per raggiungerlo."
Sei molto attiva sui social,il tuo profilo Instagram è pieno di tue fantasticissime interpretazioni musicali.
Sicuramente grazie alla tv hai aumentato in maniera esponenziale il numeto dei tuoi fans.
Come ti approcci a loro?
"Parlare di fans forse è ancora prematuro,senza dubbio le persone che hanno iniziato a seguirmi sono aumentate molto e la cosa mi ha resa molto felice.Leggere i messaggi di persone che non mi conoscevano e che sono rimaste colpite dalla mia voce e dal mio modo di fare musica mi ha lasciato senza fiato.Credo che per questo sarò sempre grata a The Voice."

Come vedi il tuo futuro?
Hai sogni da realizzare anche aldilà del mondo della musica?
"Io non so bene cosa sarà il mio futuro.
A Settembre inizierò con l'Università e cercherò di darmi da fare anche oltre alla musica.
So bene che il mestiere di musicista è qualcosa di molto difficile e quindi penso che con lo studio io possa tenere aperta qualche altra possibilità.
Spero di viaggiare molto e magari di trasferirmi in qualche grande città per poterla vivere da vicino anche per poter sviluppare quella parte di me che è ancora nascosta.
Sicuramente nel mio futuro ci sarà la musica in quanto per me non è possibile farne a meno."

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Vittoria Tampucci!
Vittoria grazie di cuore per tutto!!!!
Sei un'artista meravigliosa ma sei anche e soprattutto una persona solare,semplice e rara da incontrare.
Sono felicissimo di averti intervistata,tra l'altro ti sei aperta molto e rinnovo il ringraziamento anche per questo.
Ti aspetto qui in futuro per presentare al mio pubblico(che da ora è anche il tuo)tutte le tue novità musicali.

domenica 26 maggio 2019

Marta Scolè

Marta Scolè

La mia amica Marta!!!!
Sono tanto felice oggi per potervi regalare l'intervista da me realizzata con una ragazza davvero d'oro.
Ho l'onore,il privilegio e la fortuna di avere fatto amicizia con la super modella Marta Scolè:oltre a essere bellissima e molto sensuale ha anche notevoli e rare doti umane.
Scoprirete tutto seguendoci nelle prossime righe.

Come prima curiosità,ti chiedo come hai fatto ad entrare a far parte della Elite Milano,agenzia di moda tra le più importanti a livello mondiale.
"Sono entrata in Elite Milano dopo aver partecipato ad un concorso per volti nuovi che si chiamo Elite Model Look.
Tutto è nato un pò per caso:mentre stavo facendo l'animatrice in un parco divertimenti nella città in cui vivo una mamma mi ha consigliato di prendere parte a questo contest e da lì mi sono incuriosita.
Tornata a casa mi sono documentata e dato che avevo i requisiti richiesti ho deciso pur titubante di tentare.
Il resto è fortuna e oggi sono grata alla mia agenzia per la fiducia e per l'aiuto che mi da nel crescere giorno dopo giorno."
Come stai vivendo questa bella occasione che ti è capitata?
Qual è il tuo approccio con questo mondo che credo sia comunque difficile e non adatto a tutte le persone?
"Vivo questa occasione come tutte le mie altre esperienze,ovvero cercando di coglierne e apprezzarne ogni minimo aspetto.
Mi rendo conto che entrare nel mondo della moda oltre all'aspetto lavorativo sia estremamente formativo anche sul piano personale in quanto mi consente di sviluppare capacità trasversali,di relazionarmi con persone di ogni età e anche di saper lavorare in gruppo.
Credo che la sintonia di un team sia la base essenziale per la riuscita di ogni lavoro.
Tutto è affascinante,è un mondo che produce bellezza.
Gli stilisti producono arte,ogni volta che mi capita di vedere gli abbozzi dei vestiti,delle loro creazioni rimango incantata.
In generale mi piace osservare le diverse figure professionali di questo mondo:il fotografo quando si ferma a pensare a come concretizzare l'idea che ha in mente;la stylist quando sceglie e decide i look e così via.
Da parte mia vedere la passione che queste persone mettono nel loro lavoro è qualcosa di estremamente stimolante."
Interagendo con te oltre a vedere nascere e a coltivare questa nostra amicizia,nel corso dei mesi ho scoperto che sei tante belle persone racchiuse in una sola.
Cito come primo esempio che ti piace la scrittura,mi racconti che esperienze hai avuto?
"Innanzitutto ti ringrazio per questa domanda perché mi hai fatto ricordare una delle esperienze più formative e arricchenti a cui abbia mai partecipato, ovvero il COLORcampus.
Devi sapere che tutto nasce grazie a Wiliam Salice (ideatore dell’ovetto kinder) il quale, con i soldi della sua liquidazione, ha fondato COLOR YOUR LIFE, per permettere ai giovani di scoprire i propri talenti e inseguire i propri sogni.
Ho avuto la fortuna di partecipare per due anni al COLORcampus, ovvero un soggiorno di circa 10 giorni, a Loano, in cui i ragazzi vincitori avevano l’opportunità di incontrare esperti di diversi settori, ma tutti accomunati da una caratteristica: avevano un sogno e grazie all’impegno e alla dedizione sono riusciti realizzarlo.
Oltre a incontrare COLOResperti, eravamo chiamati a svolgere anche altre attività, tra queste il COLORpress, nato da un’idea di Renata Crotti, che è sempre stata a fianco di Wiliam: ogni sera venivano scelti 5 COLOR(così ci chiamavamo noi ragazzi) che il mattino seguente avrebbero dovuto scegliere un articolo da uno dei principali quotidiani per poi riassumerlo e commentarlo davanti a tutti gli altri e inoltre, nel corso della giornata, erano tenuti a scrivere una poesia, un articolo o fare un’ intervista per raccontare la vita al campus.
Devo ammettere che questa era la mia attività preferita, in quanto mi consentiva di essere “giornalista per un giorno”, ovvero di esercitarmi e potenziare le capacità di sintesi, di stesura di un testo e soprattutto di affrontare una cosa che mi imbarazza molto: il parlare in pubblico.
Potrei andare avanti ore a parlarti di COLOR YOUR LIFE e a quanto sia stato fondamentale non solo dal punto di vista conoscitivo ma anche personale: mi ha insegnato che io devo essere la prma ad avere fiducia in me stessa e a credere nei miei sogni e Wiliam è stata la viva testimonianza che con il lavoro, lo studio, la costanza, la determinazione e l’umiltà niente è irrangiungibile."
Non mi dimentico di certo che sei anche musicista(batterista) e arbitro di calcio,come mai queste passioni?
Da dove nascono e come si sono sviluppate nel corso degli anni?
" Si, diciamo che mi piace cimentarmii in esperienze in cui “non mi ci vedo”, in quanto ritengo possano aiutarmi a superare i miei limiti.
 Anche per questo motivo due anni fa ho deciso di diventare arbitro, non sono mai stata un’appassionata di calcio però mi piaceva l’idea di “tutelare” i ragazzi e di insegnar loro l’importanza del rispetto delle regole.
Ritengo che il mondo del calcio rivesta un grande ruolo educativo, in quanto è lo sport più amato nel nostro paese da persone di tutte le età e i bambini spesso guardano calciatori come dei “miti”; per questo penso debba progredire ancora molto.
Banalmente, è un mondo ancora estremamente maschilista e vedere che ancora oggi, nel 2019, ci siano ragazzi di 16, 17 e 18 anni, che ridono non appena vedono arrivare un arbitro donna perché convinti che “il calcio è uno sport per uomini”(ovviamente perché ci sono allenatori e genitori che insegnano loro questa mentalità ottusa e misogina) è per me un qualcosa di inconcepibile.  
Fornire, attraverso un testimonianza silenziosa e concreta, una dimostrazione di come noi donne siamo arbitri esattamente come i nostri colleghi maschi, è il principale motivo che mi fa scendere in campo ogni weekend da ormai tre stagioni."

Fin qua le cose che già sapevo in quanto ce le siamo scritte nelle nostre lunghe e belle sessioni di chat.
Ora,a cosa è dovuto il mistero che ti circonda?
Ad esempio su Instagram hai pochissime foto,sei timida o proprio vuoi evitare di mostrarti sui social?
"Mi definisco una persona riservata, come hai potuto constatare dal fatto che non pubblico molto su Instagram.
Sono timida ma allo stesso tempo non ho difficoltà a relazionarmi con persone di ogni età e questo grazi alle varie esperienze che ho avuto.
Penso che la definizione più giusta mi sia stata data da un mio amico, che mi ha fatto conoscere il termine “ambiverso”, ovvero una persona che ha caratteristiche simili sia ad un introverso che a un estroverso: si relaziona bene in gruppo ma ha momenti in cui predilige la solitudine.
Mi piace cogliere ogni opportunità che mi si presenta, in quanto ritengo che “tutta l’acqua fa brodo”, cioè che tutto sia formativo e molte esperienze si presentano una volta sola nella vita.
 Sono indubbiamente una persona ottimista, vedo sempre il bello, l’aspetto positivo delle cose; se c’è una cosa che non sopporto è la mentalità fatalista e vittimista, a mio avviso tipica di quelle persone che, rendendosi conto che ottenere qualche risultato richieda fatica, preferiscono ritenersi vittime impotenti.
Un’altra mia caratteristca è la determinazione e la costanza; se voglio fare una cosa mi impegno con tutta me stessa per raggiungerla."
Come ti vedi nel futuro?
Quali sono i sogni e le aspirazioni che vuoi vedere realizzati/e?
"Il mio sogno è diventare medico. Non so ancora in che specializzazione ma ho capito che è quello che voglio essere nella vita.
Da quando avevo 16 anni ho iniziato a fare volontariato; prima pensavo che mi sarebbe “bastato” aiutare gli altri in questo modo, infatti la mia intenzione era di fare una laurea in campo economico legato soprattutto al marketing, forse proprio per il segno che mi ha lasciato Wiliam Salice
.L’anno scorso però, in seguito a una vicenda familiare, ho capito che desidero dedicare il maggior tempo possibile e quindi il mio studio, il mio lavoro e la mia vita per cercar di alleviare il dolore e le sofferenze delle persone, per quanto possibile. 
So che è un percorso lungo e difficile ma sono dell’idea che “le cose belle hanno il passo lento” e che per raggiungere grandi obbiettivi sia necessario fare grandi sacrifici."

La redazione di Raccontiamo Talenti vi ha presentato Marta Scolè.
Presente e futuro radioso per questa meravigliosa modella sia per quanto riguarda il suo attuale lavoro che anche per tutto quello che Marta riuscirà a realizzare negli anni a venire.
E' stupendo ed incredibile averti ospitata,la nostra amicizia è bella e sarà duratura nel corso del tempo.
Hai tanto tanto cervello e sai anche utilizzarlo al meglio.
Questo aldilà delle tue infinite doti estetiche.
Sei una persona meravigliosa!







mercoledì 3 aprile 2019

Hannah Prock

Hannah Prock

Qui di seguito leggerete di una delle mie più grandi passioni e di una vera fuoriclasse emergente:la mia amica slittinista Hannah Prock.
Passo spesso del tempo libero nei mesi invernali osservando da vicino i campioni e le campionesse di tutti gli sports invernali,l'ospite di oggi è tra le mie preferite.
(Anche perchè è molto simpatica e sempre gentile)

Nata nel 2000 e quindi giovanissima la bella Hannah si è distinta in questa stagione agonistica per una serie di notevoli risultati.
Nonostante la sua età il suo palmares è già ricco di medaglie e riconoscimenti.
Ne parleremo assieme a lei in questa interessante intervista.

Ciao Hannah,sei un'ottima atleta in uno sport un pò particolare,come e quando hai iniziato con lo slittino?
"Ho cominciato con lo slittino quando avevo 9 anni.
Sai,non mi interessava molto come sport ma poi mia sorella mi chiese di provare e da allora mi sono innamorata."
Anche perchè sei figlia d'arte giusto?
Hai una famiglia di sportivi...
"Si,mio padre Markus è stato un eccellente slittinista e questo ha avuto un grande impatto su di me quando ho deciso di cominciare a gareggiare.
Come hai scritto tu ho una famiglia di sportivi e ad esempio mio cugino è un grande esempio per me."
Cugino slittinista e anche cugino campione di ski jumping,famiglia spettacolare!!!!

Atleta facente parte della nazionale austriaca Hannah ottiene come primo prestigioso risultato una medaglia d'argento nel singolo ai Campionati Europei Juniores di Oberhof 2017.
Ma è nel mese di Gennaio 2019 che arriva il suo primo podio in Coppa del mondo con un bellissimo terzo posto ottenuto a Schonau am Konigssee.
Preludio di un'altra serie di ottimi risultati per i quali definisco Hannah la campionessa dei prossimi anni.
"Si,la stagione appena finita è stata molto buona e oltre ai risultati ho anche ottenuto molta esperienza.
Sono molto grata di avere un team fantastico,dagli allenatori fino agli altri atleti e atlete della nazionale austriaca."

Ti scrivo sempre che sei la mia eroina,la mia idola e a parte questo,trovo tu sia proprio una ragazza eccezionale anche nel modo di porti ai tuoi tifosi,brava!
Cosa fai nella vita oltre a essere una simpatica campionessa?
"Grazie!!!!
Sto frequentando la scuola sportiva di Innsbruck e sono all'ultimo anno.
E' un pò stressante come periodo ma sarò molto felice tra qualche mese quando avrò finito.
Oltre alla scuola e allo sport mi piace ballare e faccio sempre molte cose con la mia famiglia e con gli amici."

In questa foto stai festeggiando la medaglia d'argento a squadre ottenuta ai Campionati del Mondo di Winterberg 2019,luogo nel quale hai vinto anche l'argento nella categoria U23.
Sei il mio talento preferito,non te lo scrivo "mai" eh....
Ma come sarà la giornata di una sportiva come te?
"Il mio tipico giorno di gara comincia con una grande colazione e dopo di questa inizio a concentrarmi sulla competizione,faccio qualche esercizio di riscaldamento e provo a dare il meglio di me stessa.
Invece quando sono a casa ho la vita di una normale studentessa con 5/6 ore di lezione a scuola e gli allenamenti che faccio a Innsbruck."

Splendida Hannah,hai qualche obbiettivo da raggiungere nei prossimi mesi?
"Il mio obbiettivo per i prossimi mesi è quello di superare gli esami a scuola hihi..."
Certamente!
E se invece ti chiedo di guardare ad un futuro più lontano?
"Questa è una domanda più difficile alla quale rispondere.
Diciamo che mi piacerebbe passare un buon anno pieno di nuove esperienze e con attorno ottime persone."
Sei davvero meravigliosa nel tuo essere semplice.
Ti ammiro davvero molto.

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Hannah Prock.
Hannah!!!!!!!!
Grazie di cuore per il bellissimo regalo che mi hai fatto:era da un pò di mesi che pensavo a te e alla tua intervista e quindi sono felice di avere esaudito questo mio desiderio.
Tutto questo grazie a te e alla tua infinita disponibilità.
E' sempre bello,bellissimo interagire con te sul web.
Sarà altrettanto interessante continuare a seguirti,a sostenerti e a volerti bene.

martedì 2 aprile 2019

Lindy Schouten

Lindy Schouten

Tra le persone che più mi piace seguire nelle avventure sportive che le riguardano c'è sicuramente la brava e talentuosa Lindy.
Qualche settimana fa ci siamo accordati per un'intervista che ora con grande piacere vi propongo.
Ragazza molto intelligente,la mia ospite di oggi eccelle nella pallavolo ma anche nella vita di ogni giorno.
Leggeteci.

Lindy!!!!!!
Cara amica,grazie per essere qui a rispondere alle mie curiosità.
Come abitudine inizio col chiederti come e quando hai cominciato con la pallavolo.
"La mia prima volta nel mondo del volley è stata quando avevo 7 anni,sai mio padre è stato giocatore e lui mi ha insegnato la bellezza di questo sport sin da piccola."
In quali clubs olandesi hai giocato?
"Quando ho iniziato a giocare il mio primo team è stato il Zovoc della città di Zoetermeer,il luogo in cui vivo.
Qui sono stata per ben 6 anni.
Ora sono da 5 anni nell'Inter Rijswijk e spero di vincere il campionato assieme a loro."

Sei giovanissima eppure giochi già da molti anni,complimenti.
Oltre alla tua squadra di club io so che c'è dellìaltro...
"Si!
Oltre ai teams dove sono stata mi hanno selezionata per il RTC di Rotterdam.
RTC significa Regional Talent Center,qui ci si allena  per molte ore ma non si gioca contro altre selezioni.
E' molto utile perchè si impara la tecnica e ci si migliora anche nelle capacità mentali.
La scorsa stagione sono entrata a far parte di Pointmaker,una scuola di pallavolo per giovani talenti.
Mi alleno con loro una volta alla settimana e tutto si concentra sul miglioramento della tecnica,sulla tattica e sulla strategia di gioco."
In che ruolo giochi?
"Fino a qualche tempo fa giocavo in banda come schiacciatrice ma da due anni sono stata spostata in palleggio perchè ho ottima visione del gioco."
Quali sono le tue doti di atleta?
"Come ho detto,sono capace di dirigere bene la squadra influenzando il gioco con azioni in grado di rendere efficienti gli attacchi.
Inoltre contribuisco con il mio spirito di squadra e la capacità di motivare le mie compagne."

Quali sono le tue ambizioni e i tuoi obiettivi per i prossimi mesi?
"Lo scorso campionato siamo arrivate prime nella nostra lega che è chiamata 1e klasse.
Quest'anno abbiamo ancora la possibilità di vincere,vedremo cosa succederà nelle prossime settimane.
Questo per quanto riguarda la squadra,mentre invece a livello personale vorrei continuare a crescere per entrare a far parte del team principale nella posizione di palleggiatrice."
Vedrai che accadrà sicuramente!
Oltre alla pallavolo cosa fai?
Sei studentessa?
"Si,frequento l'Università dell'Aia con indirizzo gestione dello sport.
Dopo la laurea spero di combinare i miei studi con il mondo della pallavolo,mi piacerebbe lavorare con atleti professionisti magari della nostra nazionale o anche legato al NOC NSF:il Comitato Olimpico Olandese."
Hobbies? Passioni??
"Tutta la mia vita è concentrata sullo sport e quindi non mi resta tempo per altro.
Trascorro molte ore allenandomi e spesso mi capita di fare preparazione per tante ore alla settimana sulla sabbia."

Mi hai preparato la domanda successiva:beach volley??
"Certamente.
Ho iniziato a giocare a beach volley 4 anni fa e mi sono impegnata molto nel corso del tempo per migliorarmi.
Ho giocato con diverse partner e la scorsa estate ho vinto il mio primo torneo a Noordwijk.
Due anni fa sono stata selezionata dal BTN,Beach Volleyball Team Netherlands e allenandomi con loro ho affinato le mie capacità.
BTN è l'acronimo del programma sportivo della Dutch Volleyball Association,qui vi si trovano i migliori giocatori d'Olanda.
La prossima estate vi vedrà impegnata con 3 allenamenti alla settimana e ovviamente parteciperò a molti tornei."
Bravissima,io tiferò per te!!!!
Lindy siamo in conclusione di questa bella chiacchierata,vuoi aggiungere qualcosa alla tua intervista?
"Voglio ringraziare tutti i miei istruttori per avermi insegnato tanto e per avermi fatto pensare di potercela fare.
Tutto questo che faccio oggi è possibile grazie a loro.
Voglio anche salutare e dire grazie alle mie compagne di squadra per la grande stagione che stiamo disputando,spero davvero di vincere ancora assieme a loro."
Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Lindy Schouten.

Cara Lindy,sei una ragazza meravigliosa e ti auguro tanto tanto successo nello sport e nella vita.
Grazie per l'intervista e grazie per le tue splendide foto.
E' stato divertente interagire con te,sarà mia premura aggiornare in futuro tutti i tuoi tifosi delle tue nuove vittorie che sicuramente arriveranno.



sabato 23 marzo 2019

Sara Tounesi

Sara Tounesi

Dopo aver seguito con passione e tifo le ragazze della nazionale femminile di rugby e dopo aver assistito a risultati eccezionali ho qui ospite una delle protagoniste della meravigliosa impresa azzurra al prestigiosissimo Sei Nazioni.
Ho visto strabattere la Scozia e anche la Francia,ho visto battagliare con l'Irlanda in un epico 29-27.
Non potevo non portare qui un grande grande talento come Sara.
Intervistandola ho scoperto che oltre ad essere una campionessa è proprio una bella persona.

Ciao Sara,come inizio di intervista parto proprio dagli ultimi giorni e ti chiedo come ci si sente dopo un risultato storico come il secondo posto dell'Italia al Sei Nazioni?
"Dopo tanti sacrifici da anni a questa parte e dopo moltissimo impegno da parte nostra è arrivato questo risultato e per me è un grande onore far parte di questo gruppo di persone."
Rugby:questa parola,questo sport...
Cosa rappresenta per te?
"E' la mia più grande passione.
Io ne sono innamorata e ti posso assicurare che questo sport mi ha davvero salvata."

Come si inizia ad approcciarsi al rugby?
Tu come hai cominciato?
"Come in qualsiasi sport il contatto iniziale può partire dalle scuole.
Nel mio caso è avvenuto quando avevo 18 anni,quindi molto tardi.
Accompagnai una cara amica che voleva provare uno sport di squadra e per curiosità vidi un suo allenamento dagli spalti.
Sempre per curiosità all'allenamento successivo portai le scarpe per provare anche io.
Fu subito amore a prima vista."
Chiacchierando con te mi sto sportivamente innamorando eh...
Non sapendo tantissimo del tuo mondo la mia curiosità si sposta sul livello e diffusione del rugby in Italia,specialmente tra voi ragazze.
Quali sono i clubs più competitivi?
"Sicuramente il movimento femminile in Italia è in continua crescita.
Si cerca sempre di pubblicizzarlo e di invitare le ragazze a provarlo.
Siamo ancora lontane dalla cultura inglese e francese nella rugbistica femminile ma anno dopo anno si cerca di migliorare la situazione."
Intanto la Francia l'avete superata alla grande in campo...
Qualcosa vorrà pur dire...
"A livello di clubs i migliori in Italia sono quello dove gioco io:Rugby Colorno,campionesse d'Italia in carica e anche il Villorba e il Valsugana."

Torniamo a domenica,quale spinta emotiva ti ha dato questo eclatante secondo posto?
A livello mediatico che riscontri hai avuto?
"Una grandissima spinta emotiva!!!!
Ora sono piena di voglia di allenarmi ancora più di prima,di lavorare duro con il mio club e di prepararmi con la nazionale al prossimo Sei Nazioni.
Il secondo posto è una grande soddisfazione per tutte noi ma anche per il nostro staff.
Ma soprattutto sono contenta per tutte quelle persone che cercano sempre di sostenerci venendo a vederci giocare."

Chi è la bella Sara??
Che tipo di ragazza sei?
"Sono una ragazza con il carattere abbastanza forte,sono impulsiva e ho la battuta sempre pronta.
Sono positiva,socievole ma sono anche piuttosto distratta ed ingenua.
Sono cresciuta a Cremona ma ho origini marocchine.
Prima vivevo con mia mamma e con i miei due fratellini,ora abito a Colorno il paese dove gioco.
Studio lingue e letterature straniere,lavoro come barista alla Club House della mia squadra e il pomeriggio faccio ripetizioni ai ragazzi delle superiori.
Tutto ciò per arrangiarmi e per guadagnarmi la pagnotta.
Come preparazione atletica mi alleno ogni giorno prima di lavorare e alla sera con la squadra."
Avete letto??
Ragazze e ragazzi di ogni parte del mondo,prendete esempio da Sara!
Devo chiederti se hai qualche passione??
Credo tu abbia pochissimo tempo libero...
"Paradossalmente la mia passione più grande è proprio il rugby ma quando riesco mi piace anche scrivere,disegnare ed uscire con le amiche."
Prossimo obbiettivo?
"Finale scudetto per riaffermarci come campionesse d'Italia."
Sogni nel cassetto?
"Laurearmi e fare un'esperienza di rugby all'estero."
Progetti per il futuro?
"Il mio domani lo vedo un pò come il mio oggi:su un campo da rugby."
Ultimate le mie domande ti chiedo se vuoi aggiungere qualcosa di tuo a quanto ti ho chiesto.
"Si,voglio aggiungere che il rugby è uno sport davvero unico,personalmente è stata davvero una svolta nella mia vita.
Prima dei 18 anni ero una ragazza diversa e non molto rispettosa degli altri.
Il rugby mi ha aiutata a gestire le mie emozioni e tutta la foga e la rabbia che avevo dentro.
Mi ha fatto conoscere molti valori come il rispetto,il sostegno è l'umiltà.
Quando dico che il mio sport mi ha salvata lo penso sul serio.
Voglio finire con un invito a tutti i genitori e ragazze e ragazzi:venite a provare perchè non è spiegabile a parole quanto possa darvi ciò che facciamo."
Secondo me ci sei riuscita a fare capire tutta la bellezza del tuo mondo.

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Sara Tounesi.
Che dire?
Sara,grazie di cuore per tutto,per la disponibilità e per la simpatia.
Sei meravigliosa lasciatelo dire.
Quando vorrai qui avrai tutto lo spazio che desideri per narrarci le tue gesta sportive e i tuoi sicuri trionfi nello sport e nella vita.

martedì 12 marzo 2019

Lora Kitipova

Lora Kitipova

Ciao a tutti!
Sono passati 7 anni dalla prima volta che ho scritto di Lora.
Un tempo lunghissimo nel quale io e la mia ospite di oggi siamo rimasti amici e nel quale anche la protagonista di questa pagina si è distinta in ogni luogo del mondo.
Palmares ricco di successi e di riconoscimenti personali,credo che in questo periodo questa ragazza sia nel pieno della sua maturità atletica.
Ma andiamo per ordine...
Dopo le esperienze sportive allo Stoccarda e in Azerbaijan la bella Lora vanta una stagione anche da noi in Italia in quel di Vicenza.
Successivamente ha palleggiato per il Proton Saratov in Russia,per il Maritza Plovdiv in Bulgaria e per l'Alba Blaj in Romania.
Club nel quale gioca tuttora.
Le sue vittorie:
Campionato bulgaro:2007/2008,2010/2011 e 2017/2018.
Coppa di Bulgaria 2017/2018.
European League:bronzo nel 2011 e nel 2013;argento nel 2012 e oro nel 2018.
Il 2018 è l'anno anche del premio come miglior palleggiatrice e della vittoria nella Volleyball Challenger Cup.
Ho sentito qualche sera fa la mia amica super campionessa ed è nata spontanea l'idea di una nuova bella intervista.
Lora è tanto tanto gentile!!!!


Ciao!!!!!
Sette anni sono incredibilmente tanti,cos'hai combinato di bello in questo periodo?
"Principalmente ho giocato a pallavolo in molte nazioni diverse tra loro e ho passato molto tempo con la mia nazionale:la Bulgaria."
Colgo subito l'occasione e ti chiedo di dirmi quali sono le differenze tecniche dei campionati in cui sei stata protagonista.
"Vedi,secondo me l'Italia ha un campionato con un livello alto da cima a fondo mentre invece negli altri tornei dove sono stata ci sono tipo 4 o 5 team forti e poi dietro si trova un netto calo.
Devo dire che comunque girare in tutti questi posti mi ha fatto conoscere diversi stili di gioco e ha incrementato la mia esperienza come alzatrice."
"Ovunque sono stata ho fatto tante amicizie e sono sempre stata trattata bene da tutti.
In questa foto potete vedermi come la damigella della mia compagna di nazionale Emiliya Dimitrova."
Foto bellissima,grazie per avermela mandata assieme alle altre.
Grande saluto per Emiliya.
Che ricordi hai di tutte questi tuoi spostamenti?
"Per lo più ho dentro di me emozioni positive,come dicevo le persone sono sempre state gentili con me e anche il livello della professionalità dei club dove sono stata è sempre stato buono."
Hai qualche preferenza particolare??
"La scorsa stagione è stata eccezionale perchè ho giocato in Bulgaria quindi vicina a casa e ho vinto il campionato e la coppa nazionale con il Maritza."

Ed ora sei all'Alba Blaj...
Squadra che tra pochi giorni contenderà la Cev Cup alla Uyba Busto Arsizio del mitico presidente Giuseppe Pirola.
Come ci si sente nell'attesa di un grande evento come questo?
"Siamo molto attente e concentrate su questo obiettivo.
Ci stiamo preparando molto diligentemente:siamo un buon collettivo e c'è tanta chimica tra noi ragazze.
Spero che possiate vedere due belle finali e che la migliore vinca la coppa."
Da italiano ma anche da tuo amico e tifoso non mi pronuncio ma sono certo di poter assistere a delle belle partite.
A proposito,il 26 Marzo ci vediamo eh...

"Si ci vediamo e io spero tanto di poter vincere la coppa ma anche di portare a termine in questo periodo tutte le belle cose che stiamo facendo:siamo prime in classifica in Romania e quindi siamo in corsa per vincere sia il campionato che la coppa nazionale."
Una sfida a due tra Alba Blaj e CSM Bucarest.

Come avete sicuramente capito con i suoi 27 anni e con tutte le esperienze pallavolistiche vissute Lora è a parer mio attualmente tra le migliori palleggiatrici in circolazione.
Da amante del volley mi piacerebbe rivederla qui da noi in Italia,non solo per la sera della finale di Cev Cup.

Sbirciando tra i profili social di Lora ho notato quanto sia bello il suo rapporto coi tifosi e con gli amici.
Soprattutto con quelli giovanissimi.
Vi garantisco che questa ragazza oltre che essere una più che ottima atleta ha anche un cuore grande grande.
Hai qualche hobby o passione particolare?
"A dire come stanno le cose adesso posso risponderti che sono completamente concentrata sulla pallavolo."
Immagino però che nel futuro tu abbia anche altre aspirazioni...
"Certo!
Un giorno mi vedo con una famiglia,con dei bambini e con una grande casa dove vivere vicino anche a tutti i miei amici,ma per ora......pallavolo!!!!"

"A proposito ,posso salutarvi presentandovi il mio Groot??
Lui è il mio cagnolone ed è anche il mio migliore amico."
Ma che bello che è!!!!!!
Allora super carezza tutta per lui.

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Lora Kitipova.

Loraaaaaaaaaaaa!!!!!
Grazie davvero di cuore per tutto.
Per l'intervista ma anche per la chiacchierata tra di noi,mi hai fatto un bellissimo regalo di compleanno.
Ci vediamo tra pochi giorni e......
Che vinca la migliore.
Ti abbraccio virtualmente e forte forte,non vedo l'ora che tutto questo possa diventare reale.

domenica 10 marzo 2019

Cassidy Baird

Cassidy Baird

Con colpevole ritardo a causa di alcuni inconvenienti tecnici pubblico finalmente oggi l'intervista alla super campionessa di pallavolo Cassie Baird.
Ragazza d'oro e atleta davvero forte la mia amica americana ha risposto in maniera molto espansiva a tutte le mie curiosità.
Prima di ogni altra cosa vi informo che a parere mio l'ospite odierna appartiene alla categoria top player.
Buona lettura.

Ciao Cassie,come prima domanda è mia abitudine chiedere come e quando si comincia a giocare a pallavolo...
"Ho iniziato con il volley quando avevo 9 anni.
Devi sapere che sin da quando ho mosso i primi passi ho sempre fatto sport.
Nuoto,tennis,calcio ma soprattutto basket e softball.Solo a 14 anni ho preso seriamente in considerazione la pallavolo::tra tutte le attività da me praticate era quella che maggiormente mi coinvolgeva sia a livello fisico che emozionale e quindi ho scelto di proseguire con questa disciplina."

In quale ruolo giochi?
"Sono una schiacciatrice ricevitrice,anche se devo dirti che quando ero ragazza venivo schierata come centrale.
Amo molto la mia posizione e sono orgogliosa di giocare in questo ruolo.
Sono super competitiva e non perdo occasione di colpire la palla come si deve.
Sono molto motivata e cerco ogni giorno di migliorare me stessa.
E' importante ciò che faccio io ma al tempo stesso provo molto piacere quando vedo le mie compagne fare punto magari su muro o con una bella azione di gioco.
Mi eccito con queste cose perchè senza squadra non è possibile avere successo."

In quali clubs hai giocato prima della tua importante esperienza con la Denver University?
"Prima dei miei 4 anni a Denver sono stata nel roster del Circle City Volleyball Club.
Qui sono stata 5 anni passando di categoria in categoria e devo dire che questo team è stato fondamentale per la mia crescita come atleta.
Ho trovato persone incredibili e amicizie con le quali sono in contatto ancora oggi."

A proposito di Denver University...
"Ho studiato affari internazionali con focus in finanza e psicologia.
Mi sono laureata con molto onore e dato che amo molto la matematica il mio percorso sul tema finanza è stato tutto molto naturale.
Mi sono occupata anche di psicologia in quanto sono interessata ai pensieri e ai comportamenti delle persone.Questo mio modo di relazionarmi agli altri mi aiuta anche in ambito sportivo e posso essere un giocatore e anche una compagna di squadra migliore.
Il DU fa parte della NCAA e quindi ogni anno abbiamo giocato nel miglior torneo degli U.S.A.
La fisicità ed il talento di molte squadre della NCAA è qualcosa di incredibile.
Tu sai che abbiamo regole diverse rispetto alla Fivb??"
Qualcosa so,ma tu fammi capire...
"Si possono fare più sostituzioni e il libero può andare al servizio.
Per questo motivo la necessità di rotazione è inferiore e non sempre ci si aspetta che i centrali giochino in difesa e/o in seconda linea.
Capita così che noi americane quando veniamo in Europa abbiamo bisogno di qualche tempo per adattarci a come stare in campo da voi."
La meraviglia di questa intervista è che sei tu cara Cassie che stai spiegando le cose a me...
Chi è la ragazza con un bellissimo sorriso di cui sto raccontando le gesta?
"Adesso che sono in Svizzera trascorro le mie giornate libere a leggere e a migliorare il mio francese ed il mio tedesco.Mi piace molto la fotografia e sto cercando di migliorarmi anche in questo.
.Ho avuto la fortuna di viaggiare molto e di assorbire diverse culture,ad esempio la scorsa primavera sono stata 4 mesi a Berlino dove ho imparato la lingua tedesca e ho avuto modo di mettermi alla prova lontana da casa.
La mia voglia di viaggiare è talmente tanta che ogni occasione è buona per saltare su un treno o su di un aereo verso una nuova destinazione.
Recentemente sono stata a Catania e a breve andrò a Barcellona da mia sorella.
Quando sono a casa mia in Colorado faccio molte escursioni anche perchè vivo a soli 30 minuti dalle Montagne Rocciose:cascate,laghi di montagna ma anche le cime da dove posso ammirare incredibili panorami sono le mie mete preferite."
Cassie ha dei profili social dove potete sicuramente ammirare tutti i fantastici posti del mondo da lei visitati.
E' una ragazza super anche in questo.

"Vi presento Polar,il mio husky-malamute con cui prendo e parto per le nostre belle gite.
Con lei non vado solamente in montagna,mi piace portarla con me anche quando sono in città.
Adoro l'avventura e faccio anche rafting e paddle boarding.
Quando posso incontro gli amici per un caffè e faccio volontariato alla Denver Rescue Mission dove aiuto a preparare il cibo per i senzatetto della mia città."
Hai il cuore grande grande grande!
Della Svizzera cosa mi dici?
Come ti trovi?
"Sono molto fortunata:vivo in un posto bellissimo e ogni giorno mi stupisco che tutto questo possa esistere."

"Ho fatto molte amicizie qui e tutti sono gentili e premurosi.
Anche se non stiamo andando bene in campionato mi piace tanto l'esperienza che sto vivendo al VBC Cheseaux.
Le mie compagne di squadra sono persone fantastiche e non ci manca mai il sostegno da società e supporters.
Personalmente sto crescendo molto e non mi aspettavo di essere il principale cannoniere della squadra.
E' la prima volta per me lontana da casa ed è stato difficile a volte.
Ma devo dire  che tutto questo rappresenta un ottimo punto di partenza per la mia carriera professionale.
Sotto ogni aspetto:fisico mentale ed emotivo."
Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione?
"Voglio continuare a migliorarmi e per fare questo mi alleno per diventare il top che posso essere.
Ad ogni pratica fisso proprio dei nuovi obiettivi da raggiungere e mi impegno per ottenerli.
Riguardo la mia squadra ti dico che stiamo crescendo rispetto a inizio stagione e che sarà possibile toglierci qualche soddisfazione."
Nel tuo futuro cosa c'è?
"Spero di continuare a giocare ad alto livello negli anni a venire.
Ovviamente salendo tecnicamente.
Mi piace stare in Svizzera e mi piacerebbe rimanere ma è anche vero che vorrei mettermi alla prova in altre situazioni.
Sto aspettando la giusta occasione.
Ma ovviamente non si può essere giocatrici per sempre ed ecco che più avanti mi piacerebbe allenare magari nella NCAA.
Vivo per la pallavolo e voglio comunque rimanerne coinvolta anche quando non potrò più giocarla.
Per qualche estate ho lavorato nel mondo degli affari ma non mi prende e conquista a livello emozionale come succede con il nostro sport preferito."

Grazie davvero per tutto!

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Cassidy Baird!
A Cassie,gentilissima fanciulla va un grande grande abbraccio.
E' nata una nuova amicizia e questa è la cosa che più mi piace.
Vi assicuro che ci troviamo di fronte una vera campionessa di sport è di vita.
Una gigantesca Numero Uno!

lunedì 4 marzo 2019

Giulia Belmonte

Giulia Belmonte

Onoratissimo di avere come ospite oggi la bravissima e splendida giornalista sportiva Giulia Belmonte.
Oltre alla sua competenza in ambito calcistico e oltre alla sua infinita bellezza la ragazza che sto per intervistare mi ha colpito per semplicità e simpatia.
E' stata davvero super disponibile e ha risposto a tutte le mie curiosità sulla sua carriera.
Qui di seguito il resoconto della nostra chiacchierata,buona lettura a tutti.

Quando è cominciata la tua duplice carriera di miss e giornalista?
E' stato complesso far coesistere le tue due attività??
"Ho iniziato a lavorare come modella quando avevo 15 anni mentre invece la mia carriera giornalistica è cominciata durante il periodo universitario.
Studiavo e lavoravo,i sacrifici sono stati tanti sia da parte mia che anche da parte dei miei genitori che mi hanno supportata ed aiutata tanto.
E' stato un periodo in cui ho abbandonato quasi del tutto la mia vita sociale ma ad oggi posso dire che ne è valsa la pena.
(Comunque miss è un parolone...)."

Talmente tanto un parolone che guarda un pò,sto per domandarti proprio di Miss Italia...
Quanto ti ha dato in termini di visibilità
Ovvero,quali sono state le tue attività dopo la partecipazione al più importante concorso nazionale?
"E' stata la mia prima esperienza in tv e sicuramente mi ha dato molto come popolarità.
Dopo il concorso ho ricevuto tante proposte lavorative importanti e devo dirti che alcune di queste ho dovuto rifiutarle:avevo 18 anni,frequentavo il liceo ed in quel periodo dovevo dare l'esame di stato.
Ho comunque lavorato molto come modella e sicuramente questo mi ha dato molta visibilità sui social-"
Ecco appunto,sono un assiduo frequentatore del tuo profilo Instagram e come me ci sono decine di migliaia di persone che ti seguono quotidianamente.
Mi piace molto il tuo modo di comunicare con chi ti vuole bene.
Ti fai apprezzare anche per questo.

Dall'Abruzzo alla conquista del mondo,come sei caratterialmente??
Quali sono i tuoi hobbies e le tue passioni?
"Giulia è iuna ragazza semplice come tante altre.
Sono determinata e mi piace raggiungere sempre i miei obiettivi.
Sono sincera,a volte troppo...e ahimè sono metereopatica:solo il sole riesce a mettermi sempre di buon umore.
Il lavoro mi impegna sempre molto e ho poco tempo libero.
Riesco comunque a ritagliarmi degli spazi nei quali mi piace scrivere e anche molto leggere."



Sei diventata giornalista,ti ho notata già da qualche mese in importantissimi e molto amati programmi sportivi,come dove e quando è iniziato questo tuo interessante lavoro?
"Nel 2017 mi sono laureata in Scienze della Comunicazione e nello stesso anno mi sono iscritta all'Ordine dei Giornalisti come pubblicista.
Dopo la laurea ho partecipato ad un workshop organizzato da una rete televisiva e dopo questa prova ho preso parte a diverse trasmissioni televisive."

Ti occupi di calcio in maniera molto competente(ciao ciao Collovati...),come ti trovi con gli amici di Telenova??
(Io sono cresciuto con Emilio Bianchi alla radio e ancora mi sveglio al mattino con il suo programma...)
"Grazie mille,per me è una grande soddisfazione sentire queste parole sul mio modo di vedere il calcio.
A Telenova mi trovo molto bene,per me stare in trasmissione è uguale a essere a casa con amici a guardare una partita dal divano!
Sono a mio agio e mi diverto tanto e Emilio è una persona davvero in gamba,per me è stato un onore conoscerlo."


Quali sono i tuoi obiettivi per i mesi a venire?
Progetti per il futuro??
"Il mio obiettivo attualmente è semplicemente crescere in ciò che sto già facendo e migliorare.
Riguardo ai progetti,direi che ce ne sono tanti e che alcuni di questi li scoprirete presto.
Non posso anticiparvi nulla ma continuate a seguirmi."

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Giulia Belmonte!
A Giulia va un grande grande ringraziamento per aver reso possibile tutto questo(e per aver reso felice il vostro blogger preferito!)e un super abbraccio virtuale.
In pochissimo tempo mi hai fatto capire quanto tu sia una persona di valore,autentica e perbene.
Queste sono le doti che maggiormente prediligo nelle ospiti di questo sito.
Se vorrai quando avrai novità nella tua già preziosa carriera sarà un piacere per me narrarle al mio pubblico.
Pubblico che da oggi aggiungerai ai tuoi numerosissimi sostenitori.