sabato 23 marzo 2019

Sara Tounesi

Sara Tounesi

Dopo aver seguito con passione e tifo le ragazze della nazionale femminile di rugby e dopo aver assistito a risultati eccezionali ho qui ospite una delle protagoniste della meravigliosa impresa azzurra al prestigiosissimo Sei Nazioni.
Ho visto strabattere la Scozia e anche la Francia,ho visto battagliare con l'Irlanda in un epico 29-27.
Non potevo non portare qui un grande grande talento come Sara.
Intervistandola ho scoperto che oltre ad essere una campionessa è proprio una bella persona.

Ciao Sara,come inizio di intervista parto proprio dagli ultimi giorni e ti chiedo come ci si sente dopo un risultato storico come il secondo posto dell'Italia al Sei Nazioni?
"Dopo tanti sacrifici da anni a questa parte e dopo moltissimo impegno da parte nostra è arrivato questo risultato e per me è un grande onore far parte di questo gruppo di persone."
Rugby:questa parola,questo sport...
Cosa rappresenta per te?
"E' la mia più grande passione.
Io ne sono innamorata e ti posso assicurare che questo sport mi ha davvero salvata."

Come si inizia ad approcciarsi al rugby?
Tu come hai cominciato?
"Come in qualsiasi sport il contatto iniziale può partire dalle scuole.
Nel mio caso è avvenuto quando avevo 18 anni,quindi molto tardi.
Accompagnai una cara amica che voleva provare uno sport di squadra e per curiosità vidi un suo allenamento dagli spalti.
Sempre per curiosità all'allenamento successivo portai le scarpe per provare anche io.
Fu subito amore a prima vista."
Chiacchierando con te mi sto sportivamente innamorando eh...
Non sapendo tantissimo del tuo mondo la mia curiosità si sposta sul livello e diffusione del rugby in Italia,specialmente tra voi ragazze.
Quali sono i clubs più competitivi?
"Sicuramente il movimento femminile in Italia è in continua crescita.
Si cerca sempre di pubblicizzarlo e di invitare le ragazze a provarlo.
Siamo ancora lontane dalla cultura inglese e francese nella rugbistica femminile ma anno dopo anno si cerca di migliorare la situazione."
Intanto la Francia l'avete superata alla grande in campo...
Qualcosa vorrà pur dire...
"A livello di clubs i migliori in Italia sono quello dove gioco io:Rugby Colorno,campionesse d'Italia in carica e anche il Villorba e il Valsugana."

Torniamo a domenica,quale spinta emotiva ti ha dato questo eclatante secondo posto?
A livello mediatico che riscontri hai avuto?
"Una grandissima spinta emotiva!!!!
Ora sono piena di voglia di allenarmi ancora più di prima,di lavorare duro con il mio club e di prepararmi con la nazionale al prossimo Sei Nazioni.
Il secondo posto è una grande soddisfazione per tutte noi ma anche per il nostro staff.
Ma soprattutto sono contenta per tutte quelle persone che cercano sempre di sostenerci venendo a vederci giocare."

Chi è la bella Sara??
Che tipo di ragazza sei?
"Sono una ragazza con il carattere abbastanza forte,sono impulsiva e ho la battuta sempre pronta.
Sono positiva,socievole ma sono anche piuttosto distratta ed ingenua.
Sono cresciuta a Cremona ma ho origini marocchine.
Prima vivevo con mia mamma e con i miei due fratellini,ora abito a Colorno il paese dove gioco.
Studio lingue e letterature straniere,lavoro come barista alla Club House della mia squadra e il pomeriggio faccio ripetizioni ai ragazzi delle superiori.
Tutto ciò per arrangiarmi e per guadagnarmi la pagnotta.
Come preparazione atletica mi alleno ogni giorno prima di lavorare e alla sera con la squadra."
Avete letto??
Ragazze e ragazzi di ogni parte del mondo,prendete esempio da Sara!
Devo chiederti se hai qualche passione??
Credo tu abbia pochissimo tempo libero...
"Paradossalmente la mia passione più grande è proprio il rugby ma quando riesco mi piace anche scrivere,disegnare ed uscire con le amiche."
Prossimo obbiettivo?
"Finale scudetto per riaffermarci come campionesse d'Italia."
Sogni nel cassetto?
"Laurearmi e fare un'esperienza di rugby all'estero."
Progetti per il futuro?
"Il mio domani lo vedo un pò come il mio oggi:su un campo da rugby."
Ultimate le mie domande ti chiedo se vuoi aggiungere qualcosa di tuo a quanto ti ho chiesto.
"Si,voglio aggiungere che il rugby è uno sport davvero unico,personalmente è stata davvero una svolta nella mia vita.
Prima dei 18 anni ero una ragazza diversa e non molto rispettosa degli altri.
Il rugby mi ha aiutata a gestire le mie emozioni e tutta la foga e la rabbia che avevo dentro.
Mi ha fatto conoscere molti valori come il rispetto,il sostegno è l'umiltà.
Quando dico che il mio sport mi ha salvata lo penso sul serio.
Voglio finire con un invito a tutti i genitori e ragazze e ragazzi:venite a provare perchè non è spiegabile a parole quanto possa darvi ciò che facciamo."
Secondo me ci sei riuscita a fare capire tutta la bellezza del tuo mondo.

Raccontiamo Talenti
vi ha presentato
Sara Tounesi.
Che dire?
Sara,grazie di cuore per tutto,per la disponibilità e per la simpatia.
Sei meravigliosa lasciatelo dire.
Quando vorrai qui avrai tutto lo spazio che desideri per narrarci le tue gesta sportive e i tuoi sicuri trionfi nello sport e nella vita.

Nessun commento: